Personale ATA: figli di un "Dio minore"


Comunicato

Autorizzate le immissioni in ruolo per Dirigenti (numero 557), Docenti e personale educativo (numero 11.268) per l’anno scolastico 2013/2014.

Nulla di fatto per il personale ATA.

Si ripete per il secondo anno consecutivo (al peggio non c’è mai fine) una situazione inaccettabile e assurda che penalizza le scuole e il personale interessato, in particolare quanti potrebbero essere assunti a tempo indeterminato nei profili professionali di Direttore SGA, Assistenti Amministrativi e Tecnici.

Tutto ciò avviene, almeno in parte, per l’incapacità governativa ministeriale e amministrativa di risolvere l’annosa questione dei docenti inidonei.

Tutto ciò avviene in palese contrasto con il piano triennale per le assunzioni in ruolo riguardante gli anni scolastici 2011/2012, 2012/2013 e 2013/2014.

Per quanto ci riguarda l’argomento è oggetto di una vertenza ancora aperta presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; vertenza che di questo passo è destinata a concludersi negativamente.

Chiediamo che si provveda urgentemente ad autorizzare l’immissione in ruolo di 3.500 unità di personale ATA, con prevalenza per i ruoli amministrativi e tecnici.

Chiediamo, altresì, che si proceda (nelle Province dove vi sono posti vacanti, disponibili e già accantonati) ad assumere a tempo indeterminato gli Assistenti Amministrativi vincitori nella procedura di mobilità professionale dall’area B all’area D, nel ruolo dei DSGA come previsto da specifico decreto ministeriale.

 

Lì, 22.08.2013

 

 IL PRESIDENTE

Giorgio Germani



 
Categoria: Comunicati Data di creazione: 25/08/2013
Sottocategoria: Comunicati dalla presidenza Ultima modifica: 26/08/2013 09:51:37
Permalink: Personale ATA: figli di un "Dio minore" Tag: Personale ATA: figli di un "Dio minore"
Autore: Giorgio Germani Pagina letta 1876 volte

  Feed RSS Stampa la pagina ...  

Fine colonna 2
Torna indietro Torna su - access key T