INPS Milano: richiesta documentazione per pensionandi 2018


Milano, 24 aprile 2018

All’ INPS DIREZIONE METROPOLITANA DI MILANO

e.mail: Direzione.Milano@inps.it

Alla Dott.ssa Passerini - Responsabile Ufficio Pensioni GDP Milano

barbara.passerini@inps.it

All’USR Lombardia

c.a. Direttore Generale Dott. Delia Campanelli

segrdirettore-lombardia@istruzione.it

All’ambito Territoriale di Milano Dott. Marco Bussetti

usp.mi@istruzione.it

All’Ufficio pensioni AT Milano c.a. Sig. Carmela Pugliese

carmela.pugliese.mi@istruzione.it

All’ambito Territoriale di Monza e Brianza Dott. Claudio Merletti

usp.mb@istruzione.it

All’Ufficio pensioni AT Monza e Brianza c.a. Sig. Ruta Angela Patrizia

angelapatrizia.ruta.mi@istruzione.it

Al Presidente Nazionale Anquap Giorgio Germani

anquap@anquap.it

Al Presidente Regionale Anquap Lombardia Dott. Stanislao Copia

lombardia@anquap.it

 

Oggetto: Richiesta documentazione per pensionandi 2018.

 

Nella tarda mattinata di ieri è pervenuta nota da parte di codesto Ente a tutte le scuole della provincia di Milano con la quale si chiedono una serie di documenti relativi ai pensionandi del settore scuola per il 2018 al fine di certificare il diritto a pensione degli interessati.

 

Questa Associazione sindacale che rappresenta nella sola provincia di MILANO numerosi Direttori dei Servizi Generali ed Amministrativi (DSGA) e Assistenti Amm.vi delle scuole, nel prendere atto del contenuto della stessa non può non sottolineare la gravosità di una richiesta di documenti in un lasso di tempo così breve. Infatti la prima scadenza è fissata per il giorno 27 aprile a ridosso del ponte del 25 aprile e con un preavviso di poco più di 48 ore e soprattutto nella stessa scadenza della tempistica prevista dalla Circolare n. 4 di codesto Ente per la verifica dei requisiti dei docenti dell’Infanzia e della primaria.

 

È opportuno ricordare che tale nota poneva in capo a codesto Ente l’accertamento del diritto al trattamento pensionistico, da parte delle Strutture territoriali INPS sulla base dei dati presenti sul conto individuale assicurativo entro i termini previsti per la lavorazione degli elenchi.

E nello stesso testo la circolare prevedeva che, in deroga, per i pensionamenti Scuola anno 2018, in accordo con il MIUR, sono state definite specifiche modalità operative affinché l’Istituto, entro i termini di seguito concordati, possa procedere all’accertamento del diritto a pensione, così come previsto dal citato D.M. n. 919/2017, dandone relativo riscontro al MIUR per la successiva comunicazione al personale dimissionario.

 

Infatti le scuole a seguito nota dell’AT di Milano prot. n. 1485 del 30 gennaio 2018 che ribadiva “che l’accertamento del diritto a pensione sarà effettuato dalle competenti sedi INPS, sulla base dei dati presenti sul conto assicurativo ed integrato con i dati inseriti al SIDI dalle istituzioni scolastiche, entro i termini indicati nella circolare INPS”, hanno provveduto entro i termini stabiliti dal MIUR e dagli Uffici periferici a inviare idonea documentazione richiesta per accertare i requisiti degli interessati.

 

Con nota prot. 2696 del 16 febbraio 2018 dell’AT di Milano le scuole venivano invitate ad inserire al sistema SIDI il servizio pre-ruolo a decorrere dall’01.01.1988 e fino al 31.12.2012 sempre per consentire a codesto Ente l’accertamento del diritto a pensione. Con la nota di codesto Ente vengono chieste, in maniera generalizzata per tutti i richiedenti domanda di cessazione, documenti che in parte sono in possesso dell’AT di competenza (vedi riscatti e/o ricongiunzioni ante subentro) e per le quali sono già state effettuate le lavorazioni previste dalla stessa circolare 4 e in parte sono già in possesso di codesto Ufficio essendo stati a suo tempo presentati dai lavoratori direttamente agli Uffici ex INPDAP e adducendo la giustificazione che “La richiesta nasce dal fatto che la procedura SIDI non riporta i dati completi per tutte le posizioni e che tale documentazione non ci è stata fatta pervenire in altro modo.” Come dovrebbero essere in possesso di codesto Ente tutti i certificati di servizio prestato presso altri Enti (PA04) dagli stessi inviati a corredo e/o a integrazione dell’estratto conto contributivo.

Le scuole altresì hanno provveduto ad inviare, su indicazione sempre dell’AT di Milano fornite con nota prot. 6301 del 12.04.2018, tutte le eventuali notizie riguardanti: supervalutazioni, domande di invalidità pari o superiori al 74%, assenze che hanno inciso sulla carriera.

 

Da quanto sopra evidenziato traspare evidente che la possibilità da parte di codesto Ente di accertare il diritto a pensione dei dipendenti della scuola milanese non è percorribile solamente con l’analisi del conto individuale, come più volte riportato nella più volte citata circolare n. 4 e altri documenti. Ma la cosa più grave è che si cerca di scaricare la responsabilità alle Istituzioni scolastiche, che hanno sempre correttamente e diligentemente collaborato con gli Uffici preposti per la salvaguardia dei diritti dei lavoratori della scuola, quando nella nota di recita: “Si ricorda che la documentazione richiesta è essenziale per la definizione delle domande di certificazione e successivamente per la liquidazione delle domande di pensione e che, in mancanza, saremo costretti a definirle allo stato degli atti”.

 

Disponibile per un confronto sulle tematiche in questione porgo cordiali saluti.

D’intesa con il Presidente Nazionale ANQUAP Giorgio Germani.

Il Segretario ANQUAP MILANO

Sebastiano Fotia

Firma autografa sostituita a mezzo stampa

ai sensi dell'art. 3, comma 2 del D.Lgs. 39/93


╗ Documenti allegati:
   Documento allegato ... QUI il documento


 
Categoria: Uffici ANQUAP Data di creazione: 24/04/2018
Sottocategoria: Previdenza Ultima modifica: 24/04/2018 17:21:37
Permalink: INPS Milano: richiesta documentazione per pensionandi 2018 Tag: INPS Milano: richiesta documentazione per pensionandi 2018
Autore: Pagina letta 2778 volte
Pagina disponibile anche nella sezione: Uffici ANQUAP regionali -> Lombardia

  Feed RSS Stampa la pagina ...  

Fine colonna 2
Torna indietro Torna su - access key T