PON FSE - "Le sorprese non finiscono mai". A rischio reale i compensi per Dirigente, Direttore e Amministrativi.


Documento

Più volte ci siamo soffermati, sulle varie problematiche procedurali connesse ai PON mentre le scuole, tra mille difficoltà, proseguivano nella realizzazione dei percorsi formativi, alcuni dei quali stanno giungendo alla conclusione.

Ed è proprio alla chiusura dei moduli e all’inserimento delle CERT_S (come da circolare prot. 10716 del 04 Aprile 2018, diramata il 14 Maggio 2018) che si possono scoprire sorprese che complicano ancora di più l’intera gestione.  

Sin dalla presentazione delle candidature era stato chiarito che il finanziamento dell’Area Gestionale veniva calcolata in base alle presenze degli studenti. Successivamente, le Linee Guida pubblicate con nota prot. 1498 del 09.02.2018, chiarivano che “L’importo dell’Area Gestionale dipende direttamente dalla effettiva frequenza dei partecipanti. La metodologia di calcolo, infatti, è la seguente: Numero di allievi * numero di ore del percorso formativo* Unità di costo standard pari ad € 3,47. E’ necessario pertanto assicurare il maggior numero di presenze dei partecipanti al fine di garantire il massimo rimborso dell’area gestionale”.

Medesimo concetto veniva ripetuto nella circolare prot. 38115 del 18.12.2017. Quest’ultima sottolineava che, in fase di avvio, la scuola può ampliare il numero di iscritti oltre quello autorizzato (senza alcuna incidenza sul costo gestionale) al solo fine di avere il più alto numero di partecipanti utile a garantire il più alto numero di attestazioni di frequenza, riportando come esempio:

Numero ore modulo

Partecipanti iscritti

Formazione

€ 100,00 x n.ore modulo (tutor ed esperto)

Gestione

UCS Gestione 3,47 h/allievo

Moltiplicato numero allievi

Moltiplicato n.ore del modulo

Configurazione modulo

30

15

3.000,00

1.561,50

4.561,50

30

20

3.000,00

2.082,00

5.082,00

30

25

3.000,00

2.082,00

5.082,00

 

E prevedendo la possibilità di registrare, in fase di avvio delle attività, un numero di allievi maggiore di quello autorizzato, tale da garantire alla scuola un più alto numero di attestazioni di frequenza e quindi un minor rischio di perdere risorse gestionali

 

Tale affermazione può essere sconfessata solo al momento della chiusura di ogni singolo modulo e l’inserimento della CERT_S. Infatti, in tale occasione si rileva che il calcolo del finanziamento relativo all’area gestionale viene effettuato non in base alla durata del modulo, ma sulle ore di presenza complessive dei primi 20 studenti frequentanti, graduati in base al numero delle ore di frequenza individuale:

Pertanto, se durante ogni giornata di percorso formativo, la frequenza degli alunni non è mai scesa al di sotto di n.20 studenti su 25 (ad esempio), il sistema non ne terrà conto, ma farà semplicemente la somma delle ore di frequenza, graduando i primi 20 che hanno frequentato per il maggior numero di ore  e, quindi a nulla serve inserire un numero di studenti superiore a 20 come indicato nella nota 38115 del 18.12.2017, ma esclusivamente numero 20 corsisti che frequentino tutte le ore.

Poiché il totale delle ore di frequenza dei primi 20 studenti più “volenterosi” e, di conseguenza l’ammontare dell’Area Gestionale, possono essere rilevati al termine del modulo, analizziamo adesso le eventuali ripercussioni in riferimento ai vari impegni di spesa assunti, appunto, a carico dell’Area Gestionale:

  • Personale Collaboratore Scolastico: ore eccedenti già prestate per la realizzazione del percorso formativo e quindi da retribuire
  • Figure di Supporto: ore eccedenti già prestate per la realizzazione del percorso formativo e quindi da retribuire
  • Acquisizione di beni e servizi: Effettuati già durante la realizzazione del percorso formativo e, quindi, le fatture da liquidare

Le uniche figure che non esauriscono il proprio impegno con la realizzazione delle attività formative, sono il Dirigente Scolastico, il Direttore SGA ed il Personale Assistente amministrativo; infatti, le attività amministrative si protraggono ben oltre la realizzazione dei percorsi formativi ed è per questo motivo che tali professionalità possono essere costretti a ridurre drasticamente, a seguito della chiusura dei vari moduli e alla rilevazione delle presenze/assenze,  la disponibilità di ore eccedenti da impegnare per la realizzazione delle varie azioni FSE  e/o addirittura correre il rischio di vedere svanire qualsiasi compenso.

Così non va. Non solo denunciamo le contraddizioni tra disposizioni di avvio e procedure di chiusura, ma ne chiediamo l’immediata correzione: chi lavora ed assume responsabilità deve essere pagato.

Il presente documento viene inviato all’ Autorità di Gestione ed ai competenti uffici ministeriali.

 

Lì, 21.05.2018                                                   

IL RESPONSABILE PON

Alfonsina Montefusco

IL PRESIDENTE

Giorgio Germani

 


╗ Documenti allegati:
   Documento allegato ... QUI il documento


 
Categoria: PON 2014/2020 Data di creazione: 21/05/2018
Sottocategoria: Avvisi ed altro Ultima modifica: 22/05/2018 10:39:39
Permalink: PON FSE - "Le sorprese non finiscono mai". A rischio reale i compensi per Dirigente, Direttore e Amministrativi. Tag: PON FSE - "Le sorprese non finiscono mai". A rischio reale i compensi per Dirigente, Direttore e Amministrativi.
Autore: Pagina letta 5724 volte

  Feed RSS Stampa la pagina ...  

Fine colonna 2
Torna indietro Torna su - access key T