PON e regolamento di contabilita'. Intervento tardivo e non corretto


Al MIUR Dipartimento per la programmazione

e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali

Direzione generale per interventi in materia di edilizia scolastica,

per la gestione dei fondi strutturali per l'istruzione e per l'innovazione digitale

UFFICIO IV - Programmazione e gestione dei Fondi strutturali europei

e nazionali per lo sviluppo e la coesione sociale nel settore dell'istruzione

Dirigente Alessandra AUGUSTO

PEO: alessandra.augusto@istruzione.it

PEC: dgefid@postacert.istruzione.it

 

e p.c. Al Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

Dr. Marco BUSSETTI

 

Al Capo di Gabinetto del MIUR

c.a. Dott. Giuseppe CHINÉ

 

Dipartimento per la Programmazione e la Gestione delle Risorse Umane, Finanziarie e Strumentali

Capo dipartimento: Dott.ssa Daniela BELTRAME

 

Dipartimento per la Programmazione e la Gestione delle Risorse Umane, Finanziarie e Strumentali

Direzione Generale per le Risorse Umane e Finanziarie

Direttore Generale: Dott. Jacopo GRECO

 

Oggetto: Programma Operativo Nazionale “Per la scuola – Competenze e ambienti per l’apprendimento 2014-2020”. Analisi Circolare prot. 4939 del 20 Febbraio 2019. Criticità da rivedere. Urgente.

 

In data 21 Febbraio 2019, le istituzioni scolastiche hanno ricevuto, dall’Ufficio IV – Autorità di Gestione del MIUR, la nota prot. 4939 del 20/2/2019 recante indicazioni relative all’adeguamento dell’attività negoziale delle II.SS. alla nuova disciplina prevista dal Decreto Interministeriale 129/2018 ed indicazioni operative sulla predisposizione del programma annuale per l’esercizio finanziario 2019.

In riferimento all’attività negoziale, la nota sintetizza che, in base al disposto dell’articolo 45, comma 2, lettera a) del D.I. 129/2018:

a)     la soglia entro la quale il Dirigente Scolastico ha autonomia di affidamento è pari ad € 10.000;

b)    non è più prevista la procedura di cui all’ 34, comma 1 del D.I. 44/2001 e, pertanto eliminato l’obbligo per il Dirigente Scolastico di procedere alla scelta del contraente “previa comparazione delle offerte di almeno tre ditte direttamente scelte”, per acquisti di beni e servizi di valore superiore ad € 2.000 (o altro limite deliberato dal Consiglio di Istituto)

c)     viene ribadita la possibilità di effettuare affidamenti diretti per acquisti di beni e servizi di valore superiore ad € 10.00 e fino a 39.999, previa delibera del Consiglio di Istituto.

Nella seconda parte, la nota si sofferma sulla “rappresentazione dei PON” all’interno del Programma Annuale, in base alla nuova sotto-articolazione delle Entrate e delle Uscite e nello specifico:

ENTRATE VOCE 02:

Livello 01 – Finanziamento dall’Unione Europea

                Livello 02 –            01 - Fondi Sociali Europei (FSE)

                                               02 – Fondi Europei per lo Sviluppo Regionale (FESR)

                                               03 – Altri finanziamenti dall’Unione Europea

Viene indicata la necessità di istituire un TERZO LIVELLO che, a parere di chi scrive, appare assolutamente superfluo, considerato che già il secondo livello consente di rappresentare esattamente quali gli investimenti dell’Unione Europea sia in riferimento alle Azioni FSE che a quelle FESR.

 

ENTRATE VOCE 03

Livello 01 – Finanziamento dello Stato

                Livello 02 –            04 – Fondo per lo sviluppo e la coesione (FSC)

Viene indicata l’istituzione al TERZO LIVELLO di una sottovoce “a gestione AdG Pon per la scuola”

 

Livello 02 –            06 – Altri Finanziamenti vincolati dello Stato

Viene indicata l’istituzione al TERZO LIVELLO di una sottovoce “Programma Operativo complementare competenze e ambienti per l’apprendimento (POC) ovvero Obiettivi di servizio (OdS).

 

Nell’ultimo capoverso della circolare, l’Autorità di Gestione segnala di aver elaborato un allegato, nel quale ciascuna iniziativa autorizzata alle Istituzioni Scolastiche viene riclassificata in base alle Attività/Progetti previsti dal nuovo piano dei conti.

Dall’analisi di tale allegato si evince:

  • La necessità di prevedere un terzo livello delle Attività/Progetti, in base alle azioni autorizzate
  • Le singole azioni vengono reindirizzate nelle schede ATTIVITA’ E PROGETTI.

 

In riferimento al primo punto, la sotto-articolazione appare l’unico sistema per continuare ad avere una rappresentazione dettagliata dei Progetti autorizzati e consentire alle Scuole di garantire una gestione dei finanziamenti diversificata rispetto alle risorse “ordinarie”

 

In riferimento al secondo punto, l’allocazione delle Azioni PON (Uscite) nelle schede ATTIVITA’ appare assolutamente INOPPORTUNO E NON CORRETTO in considerazione del fatto che per attività si intende l’insieme dei processi obbligatori ed irrinunciabili che una scuola mette in atto per garantire la finalità istituzionale.

Le schede attività riepilogano le spese essenziali, obbligatorie o prioritarie e irrinunciabili per la scuola

 

I PON sicuramente non rientrano in tale fattispecie; più volte è stato sottolineato che essi rappresentano un’area di progettualità ovvero attività didattica facoltativa la cui sospensione o non attivazione non inficia la regolarità del fine istituzionale

Pertanto, in virtù di tale considerazione, è privo di fondamento allocare risorse “facoltative” tra le ATTIVITA’ e si ribadisce l’OPPORTUNITA’ di mantenere una rappresentazione dei Progetti Europei all’interno dell’area progettuale (rappresentazione suggerita anche dal MIUR nell’ambito dei corsi di formazione IO CONTO) pur, come già affermato, sotto-articolando al terzo livello le varie schede progetto, in base alla finalità:

P01 – Progetti in ambito scientifico, tecnico e professionale

Nel quale potrebbero confluire i PON FESR e PON FSE con tale finalità come ad esempio “Pensiero computazionale”

 

P02 – Progetti in ambito umanistico e sociale

Nel quale potrebbero confluire i PON FSE con tale finalità, come ad esempio “Inclusione sociale e lotta al disagio”, “Competenze di base”

 

P03 – Progetti per certificazioni e corsi professionali i PON FSE con tale finalità come ad esempio “Potenziamento linguistico”

 

Se la riclassificazione proposta nella suindicata circolare appare assolutamente non adatta a rappresentare giustamente gli interventi dell’Unione Europea per singola Istituzione Scolastica, ancora più inaccettabile è la tempistica nell’emissione della circolare prot. 4939. Infatti essa viene trasmessa alle Istituzioni Scolastiche in data 21 Febbraio 2018, ovvero quando le II.SS. hanno già predisposto il Programma Annuale per l’esercizio 2019 e molte lo hanno anche approvato in Consiglio di Istituto.

Pertanto, si chiede all’Autorità di Gestione di rivedere tale proposta di riclassificazione, onde evitare ulteriori problemi alle II.SS. che già si trovano ad affrontare:

  • le novità introdotte dal Decreto Interministeriale 129/2018
  • la gestione provvisoria, anche in relazione alla realizzazione dei PON.

Semplificare non complicare è la sola strada percorribile per realizzare correttamente e compiutamente attività progettuali che comportano una rilevante mole di lavoro per le scuole e particolarmente per gli uffici di segreteria.

Più volte abbiamo indicato questa strada e notiamo con un certo disappunto che non viene seguita. Peraltro, constatiamo anche il mancato raccordo tra uffici ministeriali appartenenti allo stesso Dipartimento. Quando si fanno interventi che modificano lo stato co-ante ed incidono sul lavoro delle scuole, ad attività in corso, sarebbe oltremodo doveroso coinvolgere chi nelle scuole queste attività le svolge operativamente.

Si ringrazia per l’attenzione e si resta in attesa di cortese e urgente riscontro.

 

Lì, 21.02.2019

 

IL RESPONSABILE UFFICIO PON

IL PRESIDENTE

Alfonsina Montefusco

Giorgio Germani

 

 


╗ Documenti allegati:
   Documento allegato ... QUI il documento Anquap
   Documento allegato ... QUI la nota MIUR 4939
   Documento allegato ... QUI l'allegato 1 alla nota MIUR


 
Categoria: PON 2014/2020 Data di creazione: 21/02/2019
Sottocategoria: Avvisi ed altro Ultima modifica: 25/02/2019 12:07:59
Permalink: PON e regolamento di contabilita'. Intervento tardivo e non corretto Tag: PON e regolamento di contabilita'. Intervento tardivo e non corretto
Autore: Pagina letta 2190 volte

  Feed RSS Stampa la pagina ...  

Fine colonna 2
Torna indietro Torna su - access key T