ORGANICO, RECLUTAMENTO E SOSTITUZIONE DI DIRIGENTI E DIRETTORI


SITUAZIONE CRITICA E PROBLEMATICHE IRRISOLTE

Il MIUR con proprio decreto n. 405 dell’8/5/2019 ha determinato la consistenza complessiva delle dotazioni organiche dei dirigenti scolastici per l’a.s. 2019/2020; dotazioni organiche identiche riguardano la categoria dei Direttori SGA, perché in ogni scuola autonoma abbiamo un Dirigente e un Direttore. L’organico dei dirigenti (e dei direttori) si ferma a 7.859 unità: 77 in meno rispetto al corrente a.s. e 135 con riferimento all’a.s. 2017/2018.

 

Le istituzioni scolastiche autonome sono 8.094  (contro le 8.158 del corrente a.s. e le 8.221 dell’a.s. 2017/2018 , il che vuol dire che si registra una riduzione di 64 unità rispetto all’anno in corso e di 127 unità rispetto a quello precedente) , quelle sottodimensionate sono 364 (contro le 352 del corrente a.s. e le 354 dell’a.s. 2017/2018 , il che vuol dire che si registra un aumento di 12 unità rispetto all’anno in corso e di 10 unità rispetto a quello precedente) , i CPIA sono 129 (contro i 130 del corrente a.s. e i 127 del dell’a.s. 2017/2018, un dato sostanzialmente stabile).

 

Il permanere di un numero non irrilevante di scuole sottodimensionate, che addirittura aumentano, è la conseguenza negativa (e deludente) del mancato accordo in sede di Conferenza Unificata tra Stato e Regioni: un “balletto” che va avanti dall’a.s. 2014/2015 con effetti negativi sulle scuole sottodimensionate nelle quali, purtroppo, non possono essere assegnati in via esclusiva un Dirigente e un Direttore. Per i dirigenti si provvede con la “reggenza” di un dirigente già titolare in altra scuola e per i direttori con “assegnazione” di un direttore già titolare in altra scuola.

 

Un Dirigente che dirige due scuole - percependo con regolarità l’indennità di reggenza - e un Direttore che amministra due scuole - senza percepire da quasi cinque anni l’indennità mensile - costituiscono un elemento di evidente irrazionalità del sistema che - oltre a “condannare” ad un gravame lavorativo al limite dell’impossibile gli interessati - si ripercuote negativamente sul corretto funzionamento delle scuole coinvolte che debbono condividere part-time il Dirigente e i Direttore.

 

Nonostante il diminuire delle scuole e l’aumentare di quelle sottodimensionate permane il tema dei posti vuoti dei dirigenti e dei Direttori, con la differenza sostanziale che la situazione dei dirigenti è destinata a migliorare per la conclusione del concorso bandito nel novembre del 2017 , che porterà all’assunzione di 2.416 unità, mentre quella dei Direttori si aggrava perché sarà impossibile assumere in tempo utile (entro il 31/8/2019) le 2.004 unità di cui al bando di concorso del dicembre 2018.

 

Sostituire i dirigenti e i direttori sui posti vuoti (ma anche per periodi brevi) resta un problema di funzionalità e di retribuzione che sarebbe bene affrontare una volta per tutte con interventi in parte legislativi ed in parte in sede di contrattazione collettiva.

 

Il 1° settembre 2019 mancheranno all’appello oltre 2.500 Direttori SGA e sostituirli sarà un’avventura al limite dell’impossibile. Infatti, cresce il malcontento dei Direttori SGA facenti funzione per il pessimo trattamento che gli è stato riservato ed aumenta anche quello dei Direttori SGA già di ruolo, per i mancati (e perduranti) riconoscimenti (giuridici ed economici) di un lavoro sempre più complesso e difficile.

 

Lì, 31.05.2019

IL PRESIDENTE

Giorgio Germani


╗ Documenti allegati:
   Documento allegato ... QUI il documento
   Documento allegato ... QUI il D.M. 405/2019


 
Categoria: Uffici ANQUAP Data di creazione: 31/05/2019
Sottocategoria: Personale Ultima modifica: 06/06/2019 11:29:50
Permalink: ORGANICO, RECLUTAMENTO E SOSTITUZIONE DI DIRIGENTI E DIRETTORI Tag: ORGANICO, RECLUTAMENTO E SOSTITUZIONE DI DIRIGENTI E DIRETTORI
Autore: Pagina letta 1767 volte

  Feed RSS Stampa la pagina ...  

Fine colonna 2
Torna indietro Torna su - access key T