STATO DI AGITAZIONE, CONFRONTO AL MIUR DEL TUTTO INSODDISFACENTE


Comunicato

Come da programma (e dopo l’incontro al Ministero del Lavoro del 16 luglio u.s.) presso il MIUR si è tenuto un confronto sulle questioni contenute nel documento ANQUAP del 12 luglio u.s. e nel verbale sottoscritto al Ministero del Lavoro.

Il MIUR era rappresentato dal Dott. Rocco Pinneri dell’Ufficio di Gabinetto del Ministro, che segue le materie dell’Istruzione.

In apertura di confronto la delegazione ANQUAP (il Presidente Germani e il Vicepresidente Ferrari) ha posto una serie di questioni tecniche afferenti la copertura dei posti vacanti dei Direttori SGA dal 1° settembre 2019, sottolineando l’esigenza che si autorizzino le immissioni in ruolo (almeno sul turn over) e si proceda di conseguenza risolvendo l’annosa questione dei facenti funzione; assumendo dalle graduatorie provinciali definitive del passaggio dall’Area B all’Area D (Decreto Profumo del 2012) e dalle vecchie graduatorie (ove esistenti) riguardanti il reclutamento dei Coordinatori e dei Responsabili amministrativi.

Il Dott. Pinneri ha confermato le notizie già circolate nei giorni scorsi inerenti la scopertura di 2.907 posti di Direttori SGA, il pensionamento di 760 unità sempre di DGSA e la possibilità di autorizzare l’assunzione su tutte le cessazioni. Sempre il Dott. Pinneri ha fatto presente che al momento non vi sono novità per i facenti funzione e nemmeno per la possibilità di reclutamento dal Decreto Profumo. Ha, invece, ritenuto possibile le assunzioni a tempo indeterminato da eventuali vecchie graduatorie di Coordinatori e Responsabili amministrativi. In ordine a sentenze della Magistratura amministrativa (Consiglio di Stato) sui corsi di formazione per il passaggio dall’Area B all’Area D ha confermato che il MIUR darà corso alle decisioni giudiziarie.

La delegazione ANQUQAP ha poi chiesto chiarimenti su alcuni aspetti procedurali concernenti le prove scritte del concorso a 2.004 posti di Direttori SGA: se le due prove scritte si svolgeranno in uno o due giorni, se lo svolgimento sarà con il computer o in forma cartacea e quando saranno resi noti i criteri di valutazione delle prove stesse.

L’orientamento del Ministero, ha riferito il Dott. Pinneri, è quello di optare per la modalità cartacea, mentre non è preventivabile la tempistica sull’informazione riguardante i criteri di valutazione delle prove.

La delegazione ANQUAP ha consegnato al rappresentante del MIUR il ricorso dell’Avv. Bulgarini sull’indennità mensile ai Direttori SGA che hanno lavorato in una seconda scuola sottodimensionata dall’a.s. 2014/2015, senza percepire il dovuto.

Inoltre, i rappresentanti dell’ANQUAP hanno chiesto informazioni sullo “stato dell’arte” inerente il percorso dell’autonomia differenziata richiesta da alcune Regioni in materia di Istruzione. Sul punto, il Dott. Pinneri ha fatto presente che trattasi di un tema di natura squisitamente politica sul quale non può fornire informazioni, anche perché il confronto a livello governativo e con le Regioni interessate (Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna) è tutt’ora in corso.

Nella parte finale la delegazione ANQUAP ha chiesto un aggiornamento sul MOF, ricevendo notizie che i fondi potrebbero arrivare sui POS delle scuole solo ad agosto inoltrato, per ragioni tecniche di bilancio in via di risoluzione tra MIUR e MEF.

Se così fosse, purtroppo, registreremmo un ritardo che non ha precedenti, avremmo effetti negativi per il personale interessato (DSGA in primis relativamente all’indennità di direzione), per coloro che cesseranno dal servizio, con il rischio che potrebbero non esservi tempi adeguati per le scuole soggette a dimensionamento.

Quella descritta è una situazione assolutamente inaccettabile anche per effetto dei tanti posti scoperti di Dirigenti e Direttori e per la fruizione (meritata) delle ferie. Se poi, malauguratamente, si dovesse arrivare al mese di settembre, saremmo nel caos più totale: l’arrivo dei nuovi Dirigenti, l’assenza di quasi 3.000 DSGA, i movimenti per mobilità, assegnazioni provvisorie e utilizzazioni. Ovviamente con l’auspicio che a settembre il MEF non ritiri dai POS le giacenze al 31.08.2019.

 

In conclusione l’ANQUAP ha ringraziato il Dott Pinneri per la disponibilità al confronto, dichiarandosi, però, del tutto insoddisfatta delle risposte ricevute su tutti i fronti e facendo presente che, in assenza di fatti nuovi positivi rispetto alle proposte dell’Associazione, sarà inevitabile dichiarare negativamente conclusa la procedura di conciliazione e raffreddamento, con conseguenti e specifiche azioni di protesta sindacale.

Auspicabili fatti nuovi di segno positivo potrebbero giungere dall’incontro con il Capo di Gabinetto, Dott. Giuseppe Chinè, in programma per i primi giorni della prossima settimana.

 

 

Lì, 22.07.2019


╗ Documenti allegati:
   Documento allegato ... QUI il comunicato Anquap


 
Categoria: Comunicati Data di creazione: 24/07/2019
Sottocategoria: Comunicati dalla presidenza Ultima modifica: 24/07/2019 10:33:37
Permalink: STATO DI AGITAZIONE, CONFRONTO AL MIUR DEL TUTTO INSODDISFACENTE Tag: STATO DI AGITAZIONE, CONFRONTO AL MIUR DEL TUTTO INSODDISFACENTE
Autore: Pagina letta 2839 volte

  Feed RSS Stampa la pagina ...  

Fine colonna 2
Torna indietro Torna su - access key T