IL MIUR COMUNICA I FINANZIAMENTI PER L'A.S. 2019/2020


Dipartimento per la Programmazione e la Gestione delle Risorse Umane, Finanziarie e Strumentali 

Risorse Umane, Finanziarie e Strumentali 

Direzione generale per le Risorse Umane e Finanziarie – Ufficio IX

 

All’Istituzione scolastica

_________________________

e p.c.

Ai Revisori dei conti per il tramite della Scuola

All’Ufficio Scolastico Regionale competente per territorio

 

m_pi.AOODGRUF.REGISTRO UFFICIALE(U).0021795.30-09-2019

 

Oggetto: A.S. 2019/2020 – Assegnazione integrativa al Programma Annuale 2019 - periodo settembre-dicembre 2019 e comunicazione preventiva del Programma Annuale 2020 - periodo gennaio-agosto 2020.

PREMESSA

La Direzione Generale per le Risorse Umane e Finanziarie (DGRUF), in ottemperanza alle disposizioni di cui all’art. 1, comma 11, della L. 107/2015 e all’art. 5, comma 10, del D.I. 129/2018 (a seguire anche “Regolamento”), con la presente comunica alle Istituzioni scolastiche ed educative statali l’assegnazione delle risorse finanziarie per il funzionamento amministrativo-didattico (integrazione al Programma Annuale 2019 - periodo settembre-dicembre 2019), nonché quelle afferenti agli istituti contrattuali che compongono il “Fondo per il miglioramento dell’offerta formativa” e relative ai compensi per lo svolgimento degli esami di maturità. Contestualmente, si comunicano, in via preventiva, le medesime risorse relativamente al periodo gennaio-agosto 2020, che saranno erogate nei limiti delle risorse iscritte in bilancio a legislazione vigente.

Tale azione consente alle Istituzioni scolastiche di avere a disposizione un quadro certo e completo relativamente alla dotazione finanziaria disponibile per l’intero anno scolastico, anche al fine di consentire una adeguata programmazione delle attività previste nel Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF), elaborato da ciascuna Scuola sulla base dei bisogni reali e contestualizzati degli alunni e del territorio.

Al riguardo, si evidenzia che l’art. 5, commi 8-9, del D.I. 129/2018, ha delineato tempistiche e modalità per la predisposizione ed approvazione del Programma Annuale, mentre nella nota prot. n. 74 del 5 gennaio 2019, sono stati illustrati, inter alia, gli adempimenti da espletare in presenza di fattispecie connotate da eccezionalità, quali, a titolo esemplificativo, la mancata acquisizione del parere di regolarità amministrativo-contabile da parte dei Revisori dei conti nei tempi stabiliti dal Regolamento, ovvero il ricorso all’esercizio provvisorio di cui all’art. 6 del D.I. 129/2018.

Ciò, detto, in via preliminare si ricorda che:

  • La ripartizione del Fondo di funzionamento amministrativo-didattico avviene in attuazione di quanto previsto dal D.M. n. 834 del 15 ottobre 2015, che ha individuato i criteri ed i parametri di ripartizione delle risorse del Fondo di funzionamento amministrativo – didattico.
  • In attuazione del CCNL comparto Istruzione e Ricerca, siglato il 19/4/2018 e, in particolare, ai sensi dell’art. 40, comma 1, è stato previsto che a decorrere dall’ anno scolastico 2018-2019, le risorse finanziarie relative agli istituti contrattuali, definiti sulla base dei precedenti CCNL, confluiscono in un unico fondo, denominato “Fondo per il miglioramento dell’offerta formativa”.

Al riguardo corre l’obbligo di precisare che le risorse finanziarie, relative agli istituti contrattuali di cui all’art. 40, comma 1 e comma 2 del succitato CCNL:

  • a) Fondo per l’Istituzione scolastica di cui all’art. 2, comma 2, primo alinea del CCNL 7/8/2014;
  • b) ore eccedenti del personale insegnante di educazione fisica nell’avviamento alla pratica sportiva di cui all’art. 2, comma 2, secondo alinea del CCNL 7/8/2014;
  • c) funzioni strumentali al piano dell’offerta formativa di cui all’art. 2, comma 2, terzo alinea del CCNL 7/8/2014;
  • d) incarichi specifici del personale ATA di cui all’art. 2,comma 2, quarto alinea del CCNL 7/8/2014;
  • e) misure incentivanti per progetti relativi alle aree a rischio, a forte processo immigratorio e contro l’emarginazione scolastica di cui all’art. 2, comma 2, quinto alinea del CCNL 7/8/2014;
  • f) ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti di cui all’art. 30 del CCNL 29/11/2007.
  • g) risorse di cui all’articolo 1, comma 126, delle legge 13 luglio 2015, n. 107, ferma rimanendo la relativa finalizzazione a favore della valorizzazione del personale docente sulla base dei criteri indicati all’articolo 22, comma 4, lettera c), punto c4) del CCNL;
  • h) risorse di cui all’art. 1, comma 592, della legge n. 205/2017, nel rispetto dei criteri di indirizzo di cui al comma 593 della citata legge,

ai sensi di quanto previsto dall’art. 9, commi 2 e 3, del CCNI siglato il 18 settembre 2019, in corso di perfezionamento presso gli Organi di Controllo, potranno essere oggetto di una ulteriore contrattazione d’istituto, anche in corso d’anno qualora, a seguito di monitoraggio interno, siano risultate eventuali risorse non impiegate. Ed inoltre, ai sensi del predetto articolo è stato disposto che, “resta ferma la possibilità per la singola istituzione scolastica di definire con la contrattazione integrativa di istituto le finalità e le modalità di ripartizione delle eventuali risorse non utilizzate negli anni precedenti, anche per le finalità diverse da quelle originarie ai sensi dell’articolo 40 del CCNL 2016-2018.”

Pertanto, le risorse relative al Fondo per il miglioramento dell’offerta formativa eventualmente rimaste non impiegate nel corso dell’anno potranno essere oggetto di una ulteriore contrattazione d’istituto, oppure se vi sono economie provenienti dagli anni precedenti, le medesime andranno ad incrementare il budget per la contrattazione dell’a.s. 2019-2020, senza il vincolo originario di destinazione, tenuto conto delle specifiche esigenze dell’Istituzione scolastica.

Inoltre, la scrivente Direzione, in continuità con il percorso di evoluzione dei processi e dei sistemi amministrativo-contabili del sistema scolastico, avviato con l’entrata in vigore del D.I. 129/2018, ha promosso e continua a promuovere una serie di interventi finalizzati a:

  • potenziare i servizi di supporto e assistenza dell’Amministrazione verso le scuole;
  • migliorare le performance gestionali delle Istituzioni scolastiche e razionalizzare i carichi di lavoro delle Istituzioni scolastiche;
  • ottimizzare le modalità di utilizzo delle risorse;
  • semplificare l’applicazione delle procedure amministrativo-contabili, anche tramite la digitalizzazione dei processi e la dematerializzazione degli atti;
  • garantire la compliance dei processi e delle modalità operative rispetto alle disposizioni normative vigenti.

Di seguito si illustrano sinteticamente i principali interventi portati avanti dall’Ufficio IX della Direzione Generale per le risorse umane e finanziarie:

Accompagnamento nell’adozione delle disposizioni previste nel D.I. 129/2018: per supportare le Scuole nel recepimento e nell’attuazione delle disposizione previste nel D.I. 129/2018, l’Amministrazione ha realizzato una serie di azioni di accompagnamento al cambiamento, tra le quali si ricordano:

  • la nota prot. n. 74/2019, concernente indicazioni operative e orientamenti interpretativi rispetto alle previsioni del Regolamento;
  • la nota prot. n. 4646/2019, recante istruzioni rispetto all’utilizzo del piano dei conti (cfr. Allegato 1, nota prot. n. 2348/2018) e del piano delle destinazioni (cfr. Allegato 3, nota prot. n. 25674/2018).

Inoltre, è stato realizzato il corso di aggiornamento professionale “Io Conto”, incentrato sulle principali novità introdotte dal D.I. 129/2018, rivolto, in una prima edizione, ai Dirigenti Scolastici (DS) e ai Direttori dei servizi Generali ed Amministrativi (DSGA) e successivamente esteso anche agli Assistenti Amministrativi. È in fase di progettazione uno specifico percorso formativo rivolto ai Revisori dei conti in rappresentanza del MIUR.

 

Evoluzione del SIDI Bilancio e potenziamento degli applicativi dell’area amministrativo-contabile: l’Amministrazione ha intrapreso un percorso di evoluzione, ammodernamento e integrazione degli applicativi afferenti all’area amministrativo-contabile del SIDI. In particolare, si rende noto che è stato realizzato un nuovo applicativo per la gestione della contabilità delle Istituzioni scolastiche, denominato “Bilancio Integrato Scuole” – BIS (cfr. nota prot. n. 21614 del 27 settembre 2019), che dall’8 ottobre 2019 sarà messo a disposizione di tutte le Scuole e sostituirà l’attuale SIDI Bilancio.

In particolare, l’applicativo BIS, che è stato realizzato tenendo conto delle specifiche esigenze organizzative ed operative delle Istituzioni scolastiche, presenta una veste grafica innovativa, garantisce una migliore esperienza dell’utente in termini di usabilità e accessibilità, potenzia e semplifica i meccanismi di connessione con gli altri applicativi dell'area amministrativa-contabile e mette a disposizione nuove funzionalità, quali, ad esempio, la digitalizzazione dei documenti contabili, la reportistica dettagliata e personalizzabile, l’automazione delle attività di invio dei flussi di bilancio.

Inoltre, nei prossimi mesi verrà rilasciata una nuova release dell’applicativo per la tenuta dei registri inventariali, nonché ulteriori moduli attualmente non presenti sul SIDI, che consentiranno la digitalizzazione dell’intero ciclo passivo (ad esempio, verranno rilasciati dei tool dedicati per la gestione delle procedure d’acquisto o il calcolo delle competenze spettanti al personale scolastico).

 

Help Desk Amministrativo Contabile: è in fase di potenziamento il servizio di assistenza e consulenza su tematiche amministrativo-contabili, denominato “Help Desk Amministrativo Contabile (HDAC)”. In particolare, è in corso un’evoluzione dell’Help Desk, finalizzata a rendere il servizio più veloce e interattivo, raccogliere il patrimonio informativo in un unico punto d’accesso per valorizzare la diffusione delle informazioni e condividere e trasferire la conoscenza necessaria ad accompagnare le Scuole nell’applicazione delle disposizioni in materia amministrativo-contabile.

 

Semplificazione delle procedure d’acquisto: considerata la complessità in materia di acquisti e le profonde innovazioni succedutesi negli anni relative al quadro normativo di riferimento (D.Lgs. 50/2016 e ss.mm. ii.), al fine di semplificare ed uniformare le modalità di affidamento e di esecuzione di contratti pubblici da parte delle Istituzioni scolastiche, la scrivente Direzione ha predisposto apposite istruzioni sull’applicazione del Codice dei Contratti Pubblici (cd. "Quaderno n.1" – cfr. nota prot. n. 16056/2019) e sulla concessione di servizi inerenti la ristorazione o la gestione di distributori automatici (cd. "Quaderno n. 2" – cfr. nota prot. n. 21611 del 27 settembre 2019). Inoltre, sono in fase di finalizzazione ulteriori indicazioni in merito all'affidamento di incarichi individuali di lavoro (cd. “Quaderno n. 3”) e all’organizzazione di viaggi d’istruzione, stage linguistici e scambi culturali (cd. "Quaderno n. 4").

Oltre ciò, è stata aggiornata la documentazione di gara standard per procedere all’affidamento del servizio di cassa (cfr. nota prot. n. 24078/2018), mentre nei prossimi mesi verranno messi a disposizione ulteriori schemi standard funzionali all’espletamento di procedure di gara complesse (quali, ad esempio, l’affidamento dei servizi assicurativi).

 

Monitoraggio e rendicontazione dei progetti: è stata realizzata una piattaforma per la rendicontazione ed il monitoraggio dei progetti a valere sul Fondo di funzionamento. Dal precedente anno scolastico è possibile, da un unico punto d’accesso, gestire tutte le fasi del processo di partecipazione ai progetti nazionali: pubblicazione dei bandi da parte della Direzione Generale competente della progettualità, presentazione delle candidature da parte delle Istituzioni scolastiche, predisposizione automatica delle graduatorie, fino alla rendicontazione delle spese, afferenti ai progetti finanziati.

 

Ampliamento delle entrate e diversificazione delle fonti di finanziamento: un’ulteriore iniziativa attivata, riguarda la definizione di un modello di riferimento che possa supportare le Scuole nell'ampliamento delle entrate e nella diversificazione delle fonti di finanziamento, prevedendo anche la possibilità di accedere a fonti ulteriori rispetto alle risorse e alle fonti ordinarie (dotazione ordinaria erogata dal MIUR, contributi volontari delle famiglie, ecc.).

Infatti, è in fase di progettazione una piattaforma di “Crowdfunding”, fortemente integrata con gli altri applicativi del SIDI, che consentirà alle Istituzioni scolastiche di poter usufruire - in maniera agevolata - di fonti di finanziamento collettivo, al fine di promuovere iniziative e azioni progettuali senza finalità di lucro.

Tale piattaforma, oltre alla raccolta di fondi, sarà funzionale alla gestione di tutti gli aspetti contabili e alla rendicontazione delle iniziative intraprese, anche in termini di evidenziazione dei risultati raggiunti e dei benefici per la collettività, in coerenza con il principio di trasparenza dell'azione amministrativa.

Si precisa, infine, che saranno messe a disposizione delle Istituzioni scolastiche apposite linee guida, relative principalmente ad aspetti di natura etica e comportamentale, da tenere in considerazione nella gestione della richiesta di finanziamento a privati, e finalizzate a prevenire il manifestarsi di rischi individuali.

 

AVVISO ASSEGNAZIONI E COMUNICAZIONE PREVENTIVA

In aderenza a quanto previsto dalla legge n. 107/2015 e al quadro di azione sopra descritto, anche quest’anno si provvede a fornire un primo prospetto delle risorse finanziarie messe a disposizione in termini di assegnazione per il periodo settembre – dicembre 2019 e di comunicazione preventiva per il periodo gennaio - agosto 2020, relative alle voci fondanti della programmazione riferita all’intero anno scolastico 2019/2020.

*********

AVVISO ASSEGNAZIONI - INTEGRAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE 2019

(A.S. 2019-2020 PERIODO SETTEMBRE – DICEMBRE 2019)

Nel richiamare la nota prot. n. 19270 del 28 settembre 2018 recante le istruzioni per la predisposizione del Programma Annuale per il 2019, e successive integrazioni intervenute durante l’esercizio finanziario, si informa che per il periodo settembre-dicembre 2019 sono assegnate le sotto indicate risorse finanziarie.

 

1.   Quota Funzionamento amministrativo – didattico, Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento [1] e Compenso per i Revisori dei conti - euro 18.139,13

Si informa che la risorsa di Funzionamento amministrativo-didattico assegnata è stata determinata, in applicazione del D.M. 834/2015, sulla base dei parametri dimensionali e di struttura ivi previsti, e che comprende nel dettaglio:

 

Quota per Alunno

 10.256,00

Quota Fissa

 666,67

Quota per Sede aggiuntiva

 0,00

Quota per Alunni diversamente abili

 45,00

Quota per Presenza corsi serali/scuole ospedaliere/scuole carcerarie 

 0,00

Quota per Classi terminali della scuola secondaria di I grado

 0,00

Quota per Classi terminali della scuola secondaria di II grado

 66,67

Totale secondo lo sviluppo del DM 834/2015

 11.034,34

Risorsa finanziaria aggiuntiva

 1.190,47

Totale Funzionamento Amministrativo-Didattico

 12.224,81

Si segnala che, con riferimento ai Centri Provinciali di Istruzione per gli Adulti (CPIA), l’importo assegnato per la quota del Funzionamento amministrativo – didattico, relativo al periodo settembre – dicembre 2019, è stato calcolato tenendo conto di una numerosità di alunni iscritti dell’anno precedente.

Per i CPIA di nuova istituzione, la risorsa finanziaria è calcolata sul valore medio risultante dagli alunni frequentanti lo scorso anno scolastico.

Tale risorsa finanziaria potrà essere integrata una volta acquisito il dato definitivo sulla numerosità degli iscritti.

Compenso Revisori dei conti per l’ Istituzione Capofila dell’Ambito revisorile

 1.178,31

La suddetta risorsa, finalizzata alla retribuzione degli incarichi svolti dai Revisori dei conti, in rappresentanza del MEF e del MIUR, presso le Istituzioni scolastiche ricomprese nel relativo ambito territoriale, è calcolata in base al compenso annuo previsto, pari a euro 1.629,00 lordo dipendente per Revisore dei conti, aggiungendo l’IRAP, pari all’8,5%, imposta a carico dell’Amministrazione.

In ordine al compenso erogato ai Revisori dei Conti corre l’obbligo di precisare che la legge 205/2017 non ha prorogato quanto fissato dal secondo periodo dell’articolo 6, comma 3 del decreto legge 31 maggio 2010, n. 78 – Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di compatibilità economica - , ma, tuttavia, va rilevato che nulla risulta variato rispetto alla riduzione del 10 per cento dei compensi risultanti alla data del 30 aprile 2010. A tal proposito il Ministero dell’economia e delle Finanze, nella Circolare n. 14 del 23 marzo 2018, ha chiarito che il compenso dei revisori dei conti può essere rideterminato in base alla Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per il coordinamento amministrativo, del 9 gennaio 2001.

Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento

4.736,01

La quota/alunno, risultante dallo stanziamento presente in bilancio, risulta essere differenziata tra i differenti percorsi, come di seguito riportato:

PERCORSO DI STUDI

QUOTA PER ALUNNO

ISTITUTI PROFESSIONALI

14,58

ISTITUTI TECNICI

10,41

LICEI

6,25

Si ricorda che le risorse del presente paragrafo sono da iscrivere in Entrata – Modello A - Aggregato "03 Finanziamento dallo Stato", Voce "01 Dotazione Ordinaria".

 

1.   Contratti di pulizia ed altre attività ausiliarie - euro 0,00

Per i finanziamenti relativi ai contratti di pulizia ed altre attività ausiliarie, soltanto per le istituzioni scolastiche per le quali vi sia un accantonamento dell’organico di diritto dei collaboratori scolastici, si faccia riferimento a quanto già assegnato dalla scrivente Direzione, con nota prot. n. 20720 del 18 settembre 2019.

 

***************************************************************************************

COMUNICAZIONE PREVENTIVA - RISORSE RELATIVE AL PROGRAMMA ANNUALE 2020

(A.S. 2019-2020 PERIODO GENNAIO – AGOSTO 2020)

 

Ai sensi dell’art. 1, comma 11, della legge n. 107/2015 si comunicano, in via preventiva, gli importi delle risorse finanziarie messe a disposizione per la programmazione relativa al periodo gennaio-agosto 2020, che saranno oggetto di ulteriore e successiva comunicazione ed erogazione, allo scopo di fornire il quadro dei finanziamenti a disposizione per le attività, ferma restando la necessità di conformarsi a quanto sarà disposto dalla legge di bilancio 2020 o da interventi normativi sopravvenuti.

 

1.   Quota Funzionamento amministrativo – didattico, Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento [1] e Compenso per i Revisori dei conti - euro 33.887,74

È assegnata, in via preventiva, la risorsa finanziaria pari ad euro 33.887,74, composta dal funzionamento amministrativo- didattico, ripartita secondo i criteri e i parametri dimensionali e di struttura previsti dal D.M. 834/2015, secondo le seguenti voci:

Quota per Alunno

 20.512,00

Quota Fissa

 1.333,33

Quota per Sede aggiuntiva

 0,00

Quota per Alunni diversamente abili

 90,00

Quota per Presenza corsi serali/scuole ospedaliere/scuole carcerarie

 0,00

Quota per Classi terminali della scuola secondaria di I grado

 0,00

Quota per Classi terminali della scuola secondaria di II grado

 133,33

Totale Funzionamento Amministrativo-Didattico

 22.068,66

Come specificato nella precedente sezione, con riferimento ai Centri Provinciali di Istruzione per gli Adulti (CPIA), l’importo assegnato per la quota del Funzionamento amministrativo – didattico, relativo al periodo gennaio – agosto 2020, è stato calcolato tenendo conto di una numerosità di alunni iscritti dell’anno precedente.

Per i CPIA di nuova istituzione, la risorsa finanziaria è calcolata sul valore medio risultante dagli alunni frequentanti lo scorso anno scolastico.

Tale risorsa finanziaria potrà essere integrata una volta acquisito il dato definitivo sulla numerosità degli iscritti.

Compenso Revisori dei conti per l’ Istituzione Capofila dell’Ambito revisorile

 2.356,63

 

Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento

9.462,45

La quota/alunno, risultante dallo stanziamento presente in bilancio, risulta essere differenziata tra i differenti percorsi, come di seguito riportato:

PERCORSO DI STUDI

QUOTA PER ALUNNO

ISTITUTI PROFESSIONALI

29,13

ISTITUTI TECNICI

20,81

LICEI

12,48

Si ricorda che le risorse del presente paragrafo sono da iscrivere in Entrata – Modello A - Aggregato "03 Finanziamento dallo Stato", Voce "01 Dotazione Ordinaria".

 

1.   Contratti di pulizia ed altre attività ausiliarie

In riferimento alle risorse finanziarie destinate all’acquisto di servizi non assicurabili col solo personale interno (solo per le Scuole con organico accantonato di collaboratori scolastici), si comunica che l’art. 1 comma 760, punto 5-ter della legge 145/2018 ha disposto che “Il Ministero dell'istruzione, dell’università e della ricerca è autorizzato ad avviare un'apposita procedura selettiva, per titoli e colloquio, finalizzata ad assumere alle dipendenze dello Stato, a decorrere dal 1° gennaio 2020, il personale impegnato per almeno 10 anni, anche non continuativi, purché includano il 2018 e il 2019, presso le istituzioni scolastiche ed educative statali, per lo svolgimento di servizi di pulizia e ausiliari, in qualità di dipendente a tempo indeterminato di imprese titolari di contratti per lo svolgimento dei predetti servizi. Alla procedura selettiva non può partecipare il personale di cui all'articolo 1, comma 622, della legge 27 dicembre 2017, n. 205. Con decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, di concerto con i Ministri del lavoro e delle politiche sociali, per la pubblica amministrazione e dell'economia e delle finanze, sono determinati i requisiti per la partecipazione alla procedura selettiva, nonché le relative modalità' di svolgimento e i termini per la presentazione delle domande”.

Pertanto, alla luce della vigente legislazione, non sono state previste assegnazioni alle Istituzioni scolastiche a decorrere dal 1° gennaio 2020.

 

***********

 

CEDOLINO UNICO A.S. 2019-2020

 

A) Assegnazione delle risorse finanziarie afferenti gli istituti contrattuali che compongono il “Fondo per il miglioramento dell’offerta formativa”

Come accennato in premessa, in data 18 settembre 2019 il Ministero e le OO.SS. rappresentative del comparto Istruzione e Ricerca hanno siglato il CCNI per l’assegnazione alle Istituzioni scolastiche ed educative statali delle risorse destinate al Fondo per il miglioramento dell’offerta formativa.

In base a tale Contratto si comunica che la risorsa complessivamente disponibile, per il periodo settembre 2019 -agosto 2020, per la retribuzione accessoria, è pari ad euro 82.281,59 lordo dipendente, così suddivisi:

a)   euro 54.623,15 lordo dipendente per il Fondo delle istituzioni scolastiche, che in sede di contrattazione delle risorse dovrà rispettare i vincoli di cui all’articolo 40, comma 5 del CCNL del 19/04/2018;

b)   euro 3.604,46 lordo dipendente per le Funzioni Strumentali all’offerta formativa;

c)   euro 3.033,16 lordo dipendente per gli Incarichi Specifici del personale ATA;

d)   euro 3.354,85 lordo dipendente per la remunerazione delle Ore Eccedenti l’orario settimanale d’obbligo, effettuate in sostituzione di colleghi assenti di cui all’art.30 del CCNL 29/11/2007;

e)   euro 3.502,06 lordo dipendente per la remunerazione delle attività complementari di educazione fisica. Si informa che tali risorse sono destinate a tutte le Istituzioni Scolastiche secondarie di primo e secondo grado, in base al numero delle classi di istruzione secondaria in organico di diritto. Inoltre, ai sensi dell’art. 3, comma 4, del CCNI 2018, negli Istituti Comprensivi, potranno essere realizzate attività progettuali di alfabetizzazione motoria e di avviamento alla pratica sportiva che coinvolgano alunni della Scuola primaria. Si ricorda, altresì, che le attività realizzate dalla singola Istituzione Scolastica sono monitorate ai soli fini conoscitivi attraverso un’apposita piattaforma informatica, sulla quale si richiede l'indicazione della risorsa impiegata per ciascuna di esse nell'anno scolastico di riferimento.

f)    euro 878,53 lordo dipendente destinate alle misure incentivanti per progetti relativi alle Aree a rischio, a forte processo immigratorio e contro l’emarginazione scolastica di cui all’art. 2, comma 2, quinta alinea del CCNL 7/8/2014;

g)   euro 0,00 lordo dipendente per retribuire i turni notturni e festivi svolti dal personale ATA ed educativo presso i Convitti e gli Educandati;

h)   euro 13.285,38 lordo dipendente per retribuire la valorizzazione dei docenti, ai sensi dell’art. 1, commi da 126 a 128, della legge n. 107/2015.

Con note successive, la scrivente Direzione Generale comunicherà l’assegnazione di ulteriori risorse ad integrazioni di quelle succitate, ivi comprese quelle destinate al pagamento dei docenti Coordinatori di educazione fisica presso gli Uffici Scolastici Regionali, nonché le risorse per finanziare l’indennità di sostituzione del DSGA, l’indennità di bilinguismo e trilinguismo da corrispondere al personale docente della scuola Primaria e al personale ATA, Fascia A e B della Regione Friuli Venezia Giulia e le risorse destinate ai CPIA afferenti le Aree a rischio, a forte processo immigratorio e contro l’emarginazione scolastica. Tali risorse finanziarie saranno quantificate a seguito dell’attivazione di apposite rilevazioni con la finalità di determinare l’esatta risorsa da assegnare a ciascuna istituzione scolastica.

 

B) Compensi per lo svolgimento degli esami di maturità

Infine, è assegnata una risorsa finanziaria pari a euro 40.000,00 finalizzata al pagamento dei compensi per lo svolgimento degli esami di maturità, calcolata attribuendo 4.000,00 euro a ciascuna classe terminale coinvolta nell’esame di maturità.

Tale risorsa costituisce un acconto rispetto al totale fabbisogno che potrà generarsi a conclusione degli esami e che ciascuna istituzione potrà comunicare, come di consueto, attraverso un monitoraggio che sarà attivato dal mese di luglio 2020.

Acconto “Compensi per lo svolgimento degli esami di maturità”

40.000,00

C) Supplenze brevi e saltuarie

Come è noto, dall’anno scolastico 2015-2016 si è avviato un nuovo processo di liquidazione delle competenze per le supplenze brevi e saltuarie del personale scolastico non di ruolo.

Ai fini del corretto adempimento delle prescrizioni contenute nel D.P.C.M. 31 agosto 2016, si invita l’Istituzione scolastica a voler fare riferimento alle indicazioni tecniche ed operative fornite dalla scrivente Direzione Generale con la Circolare 6 - prot. n. 16294 del 28 ottobre 2016.

Al fine di garantire il pagamento delle spettanze al personale scolastico supplente breve e saltuario entro 30 giorni, il DSGA e il DS, a conclusione del rapporto di lavoro, o di ogni mensilità in caso di contratti di più lunga durata, verificano la congruità e la completezza dei dati trasmessi e, tramite SIDI, effettuano l’autorizzazione tempestiva al pagamento (adempimento non previsto per gli incarichi di religione) e la trasmettono a NoiPA mediante SIDI. Il processo si conclude con l’invio da parte di NoiPA del contratto, autorizzato dal DSGA e dal DS, al Sistema Spese della Ragioneria Generale dello Stato per la verifica di capienza finale e, in caso di esito positivo, viene prodotto il cedolino e vengono liquidate le competenze mensili. In caso di esito negativo, l’ufficio competente di questa Direzione Generale, sulla base del fabbisogno calcolato dalle singole rate, assegna le risorse finanziarie occorrenti sui singoli POS dell’Istituzione Scolastica, nel limite degli stanziamenti di bilancio previsti a legislazione vigente.

Per le modalità operative e per l’uso delle funzioni informatiche si rinvia al manuale utente “Gestione Rapporti di lavoro/indennità di maternità in cooperazione applicativa con il Mef”, disponibile sul Portale SIDI alla voce DOCUMENTI E MANUALI -> Gestione rapporti di lavoro personale scuola in cooperazione applicativa con MEF.

******************

EVENTUALI INTEGRAZIONI E MODIFICHE ALLE RISORSE FINANZIARIE ASSEGNATE E COMUNICATE ANCHE IN VIA PREVENTIVA

Con comunicazioni successive, potranno essere disposte eventuali integrazioni alle risorse finanziarie sopra esposte e riferite rispettivamente al periodo settembre-dicembre 2019 e al periodo gennaio-agosto 2020.

In particolare, potranno essere disposte integrazioni, da accertare nel bilancio secondo le istruzioni che verranno di volta in volta impartite, per l’arricchimento e l’ampliamento dell’offerta formativa ai sensi dell’articolo 1 della legge n. 440/1997.

Ulteriori risorse finanziarie potranno essere assegnate in corso d’anno scolastico anche a cura di Direzioni Generali diverse dalla scrivente, per altre esigenze (es. PON).

Si coglie l’occasione per porgere cordiali saluti.

 

IL DIRETTORE GENERALE

(Jacopo Greco)

 


[1] Ai sensi dell’art. 1, comma 784 della L.145/2018 (c.d. Legge di bilancio 2019), l’Alternanza Scuola-Lavoro è stata ri-denominata “Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento”

 

 



 
Categoria: Uffici ANQUAP Data di creazione: 30/09/2019
Sottocategoria: ContabilitÓ Ultima modifica: 02/10/2019 12:07:13
Permalink: IL MIUR COMUNICA I FINANZIAMENTI PER L'A.S. 2019/2020 Tag: IL MIUR COMUNICA I FINANZIAMENTI PER L'A.S. 2019/2020
Autore: Pagina letta 4741 volte

  Feed RSS Stampa la pagina ...  

Fine colonna 2
Torna indietro Torna su - access key T