LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE: "PONTI" per andare oltre il COVID - PON e POC "Apprendimento e socialita'"


Con la circolare prot.643 del 27.04.2021 “Piano scuola estate 2021” è iniziata la costruzione di un “ponte” che dovrebbe portare la scuola, attraverso l’impegno di tutti gli operatori, ad una maggiore apertura verso il mondo,  allo scopo di affrontare e superare le privazioni sociali, culturali ed economiche quali effetti dannosi di quasi due anni di pandemia da Covid-19; un ponte che ha esacerbato le differenze sociali ed ha avuto un forte impatto in termini di apprendimenti e fragilità, soprattutto sulle fasce più deboli, sulle famiglie a basso reddito, determinando quelle che la circolare stessa definisce nuove “povertà educative”.

Sulla medesima scia si sono inserite le azioni PON e POC 10.1.1, 10.2.2 e 10.3.1 trasmesse con nota del Ministero dell’Istruzione prot. 9707 del 27.04.2021 “PON APPRENDIMENTO E SOCIALITA’, volte al potenziamento delle competenze di base e all’aggregazione e la socializzazione degli studenti e delle studentesse in epoca Covid-19,”.

L’avviso prevede l’ampliamento dell’offerta formativa negli anni scolastici 2020/2021 e 2021/2022 allo scopo di migliorare le competenze di base e promuovere iniziative per l’aggregazione, la socialità e la vita di gruppo, messe duramente alla prova dalle misure di sicurezza adottate a garanzia della salute di tutti noi, a causa della pandemia da SARS-2 Covid 19, che ci ha colpito dal lontano febbraio 2020.

L’azione è rivolta alle istituzioni di 1 e 2 grado statali e paritarie e ai CPIA. Le II.SS. possono partecipare in maniera individuale oppure in forma aggregata in reti di scuole, anche prevedendo il coinvolgimento di altri soggetti pubblici o privati presenti a livello locale.

L’azione 10.1.1. “Interventi di sostegno agli studenti con particolari fragilità; l’azione 10.2.2 di integrazione e potenziamento delle aree disciplinari e l’azione 10.3.1 percorsi per adulti, prevedono la possibilità di realizzare: sotto-azioni in base alla tipologia di candidatura (singola scuola o rete di scuola) e nell’ambito delle sotto-azioni, varie tipologie di intervento modulari, in base alle tematiche prescelte, a completamento/arricchimento dell’offerta formativa.

I moduli attivabili, della durata di 30 ore ciascuno, possono essere richiesti in base alle caratteristiche di ogni istituzione scolastica, nel rispetto delle singole azioni:

 

10.1.1

(Istituzioni scolastiche singole o in rete)

10.1.1A

Interventi per la riduzione della dispersione scolastica e per il successo scolastico degli studenti

(Istituzioni scolastiche che partecipano singolarmente)

 

10.1.1B

Interventi per la riduzione della dispersione scolastica e per il successo scolastico degli studenti in rete

(Istituzioni scolastiche che partecipano in rete

Þ    Educazione motoria, sport, gioco didattico

Þ    Musica e canto

Þ    Arte, scrittura creativa, teatro

Þ    Educazione alla legalità e ai diritti umani

Þ    Educazione alla cittadinanza attiva e alla cura dei beni comuni

Þ    Laboratorio creativo e artigianale per la valorizzazione dei beni comuni

10.2.2

(Istituzioni scolastiche singole o in rete)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

10.3.1(CPIA)

10.2.2A

Competenze di base

(Istituzioni scolastiche che partecipano singolarmente)

10.2.2B

Competenze di base in rete

(Istituzioni scolastiche che partecipano in rete

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

10.3.1A –Percorsi per Adulti(CPIA)

Þ    Competenza alfabetica funzionale (potenziamento della lingua italiana, scrittura creativa, comunicazione, etc.)

Þ    Competenza multilinguistica (potenziamento della lingua straniera, delle lingue classiche, etc.)

Þ    Competenza in Scienze, Tecnologie, Ingegneria e Matematica (STEM)(potenziamento in matematica, scienze, tecnologia, etc.)

Þ    Competenza digitale (potenziamento delle competenze digitali e di informatica, coding e robotica, tinkering e making, media education, etc.)

Þ    Competenza personale, sociale e capacità di imparare a imparare (potenziamento di storia e geografia, potenziamento sulle competenze trasversali e l’orientamento, competenze di vita(life skills), etc.)

Þ    Competenza in materia di cittadinanza(educazione alla sostenibilità ambientale, alla legalità, alla cittadinanza attiva, laboratori di Service learning, debate, hackathon, etc.)

Þ    Competenza imprenditoriale(educazione all’imprenditorialità, potenziamento delle attività di laboratorio professionalizzanti, etc.)

Þ    Competenza in materia di consapevolezza ed espressione culturale(educazione all’arte, al teatro, al cinema, alla musica, educazione motoria e sportiva, etc.)

Le istituzioni scolastiche, singolarmente o in rete, possono prevedere un numero massimo di n.3 moduli didattici per l’azione 10.1.1 “Interventi per la riduzione della dispersione scolastica e per il successo scolastico degli studenti.

Lo svolgimento deve essere programmato prevedendo attività in aula “flessibile” oppure in contesti che favoriscano la socializzazione e l’integrazione, nel rispetto delle misure di sicurezza anti-covid (es. all’aperto) e mirare alla realizzazione di percorsi didattici che valorizzino l’apprendimento attivo prediligendo il benessere personale e le relazioni tra gli studenti.

Le attività dovranno essere realizzate nel biennio 2020-2022, utilizzando “in particolare” i periodi di sospensione delle attività didattiche e quello estivo. Come per tutte le azioni PON FSE, esse devono essere svolte in eccedenza rispetto alle attività curriculari ed il personale impegnato “in eccedenza” rispetto all’ordinario orario di servizio.

L’avviso raccomanda di avviare le attività entro il mese di Giugno 2021.

 

MASSIMALI

I massimali di spesa per ogni istituzione scolastica (statale o paritaria che sia) vengono definiti in base all’anagrafica degli studenti, prendendo a riferimento gli studenti registrati al SIDI, per la scuola statale o quelli dichiarati in apposito documento, per la scuola paritaria e CPIA.

Fino a 600 iscritti - il massimo importo riconoscibile è di € 60.000,00 (sessantamila)

Oltre 600 iscritti - il massimo importo riconoscibile è di € 100,000,00 (Centomila).

 

GESTIONE PROGETTI

I progetti saranno gestiti a costi standard che, come per le altre azioni PON FSE, prevede la suddivisione in aree:

Attività formativa

 

Tutor massimale di costo € 30,00 orario omnicomprensivo

 Esperti massimale di costo € 70,00 orario omnicomprensivo

Rapportati al numero delle ore di durata  del modulo

 

Attività di gestione

Comprende tutte le spese di gestione

  • Acquisto di materiale di consumo
  • Noleggio attrezzature
  • Compensi DS, DSGA, Referente alla valutazione e tutte le altre figure ritenute indispensabili per la realizzazione del progetto.

L’importo di tale area è calcolato moltiplicando il coefficiente di € 3,47 per le ore di durata del modulo, per un massimale di 20 partecipanti

Costi aggiuntivi – opzionali

L’importo massimo della mensa sarà calcolato moltiplicando il numero delle giornate del corso (in via previsionale 10 per n.3 ore giornaliere) per il numero massimo degli allievi  e per il coefficiente di € 7,00 per partecipante

 

CRITERI DI SELEZIONE

La gestione a costi standard impone un costante controllo delle presenze degli studenti, attraverso la tenuta di appositi registri, poiché la diminuzione della partecipazione, in fase di realizzazione, può comportare una riduzione dell’importo dell’area “attività di gestione” che sarà riconosciuta in base alle ore di presenza degli studenti che hanno partecipato per il maggior numero di ore.

I criteri utilizzati per la valutazione delle candidature terranno conto dei seguenti elementi:

1)      Livello di disagio negli apprendimenti, in base ai dati delle rilevazioni condotte dall’INVALSI

2)      Tasso di abbandono registrato nel corso dell’anno scolastico, in base ai dati disponibili nell’Anagrafe degli studenti

3)      Status socio-economico e culturale della famiglia di origine, rilevato dall’INVALSI

4)      Tasso di deprivazione territoriale rilevato dall’ISTAT

 

PRESENTAZIONE DELLE PROPOSTE PROGETTUALI

Il Manuale Operativo di avviso, pubblicato il 29 Aprile 2021, illustra le modalità di presentazione delle proposte progettuali.

Essa si articola in due momenti completamente diversificati tra di loro, in termini di coinvolgimento delle due diverse piattaforme (GPU e SIF2020):

Durante la prima fase l’Istituzione Scolastica presenterà la propria proposta progettuale, attraverso la piattaforma GPU. Risultano abilitati il Dirigente Scolastico ed il Direttore SGA. Successivamente, potrà essere, autorizzato altro personale docente o ATA. Per le scuole paritarie, sarà autorizzato il coordinatore.

Durante la seconda fase, la proposta elaborata su piattaforma GPU, firmata digitalmente (pdf o p7m), dovrà essere inserita sulla piattaforma Finanziaria SIF2020.

Per questa azione, i termini per la presentazione su entrambe le piattaforme, è stato unificato: entro le ore 15 del giorno 21 Maggio 2021 le II.SS. devono prima elaborare la proposta su piattaforma GPU e, dopo la firma digitale, inserire la candidatura sulla piattaforma SIF2020.

 

DELIBERE ORGANI COLLEGIALI

Le II.SS. devono acquisire le delibere preventive del Collegio dei Docenti e del Consiglio di Istituto per la partecipazione allo specifico avviso. Tuttavia, è possibile che il Dirigente Scolastico sia destinatario di delibera di adesione generale alle Azioni PON che saranno da quest’ultimo valutate in base alla conoscenza della realtà scolastica.

Tenuto conto del particolare periodo emergenziale, le delibere possono essere acquisite anche in un momento successivo.

 

PRESENTAZIONE IN PIATTAFORMA DIDATTICA GPU

Prima di inoltrarsi nella progettazione vera e propria, ogni scuola dovrà convalidare i dati anagrafici dell’Istituzione scolastica e, solo successivamente potrà accedere all’area destinata alla candidatura vera e propria.

Quest’ultima, in piattaforma GPU, è composta da 4 fasi:

  • Progettazione: Tale fase viene effettuata per ogni singola sotto-azione e per ogni modulo prescelto. Riguarda il fulcro delle scelte didattiche attraverso l’indicazione della tipologia del modulo, le finalità didattiche, il numero degli studenti da coinvolgere, il numero delle ore, una data presunta di inizio e di fine attività.

La tipologia dei moduli viene automaticamente proposta dal sistema.

La seconda schermata della progettazione (per ogni singolo modulo), riguarda la scheda finanziaria. Essa risulta precompilata dal sistema, in base a quanto stabilito nel piano finanziario per i PON FSE: € 70,00 per il numero delle ore per l’esperto; € 30,00 per il numero delle ore per il Tutor; € 3,47 per il numero delle ore e per il numero degli alunni previsti; € 7,00 per il numero dei giorni di mensa per il numero degli alunni previsti. (costo opzionale)

  • Riepilogo: dopo la compilazione dell’area Progettazione, il sistema consente di visualizzare un riepilogo dei contenuti didattici e finanziari di ogni singolo modulo, onde avere la possibilità di correggere eventuali errori.
  • Stampa di controllo: genera un file pdf all’interno del quale sono riepilogati tutti i dati inseriti, che compongono l’intero progetto.
  • Inoltro: Durante tale fase, di esclusiva competenza del Dirigente Scolastico o del DSGA (appositamente delegato), il sistema effettua un controllo sulla completezza dei dati inseriti. Sarà indispensabile spuntare la dichiarazione di “essere in possesso dell’approvazione del conto consuntivo (esercizio 2020), a garanzia della capacità gestionale dei soggetti richiedenti. tale fase prevede, altresì, la possibilità di manifestare l’intenzione di inserire le delibere degli OO.CC. in un momento successivo.

Con l’inoltro non sarà possibile effettuare alcuna modifica; sarà resa disponibile, invece, la stampa definitiva

Solo successivamente alla firma digitale della stampa definitiva, da parte del Dirigente Scolastico, si può accedere alla Piattaforma SIF2020 per la trasmissione delle candidature firmate; fase indispensabile per rendere la proposta progettuale ammissibile, con l’attribuzione della data e del numero di protocollo.

Una novità, rilevata in fase di candidatura, è l’esistenza di una funzione di richiesta di “SBLOCCO” su piattaforma GPU, successivamente all’inoltro e prima della trasmissione in piattaforma SIF2020.

Infatti, nel caso in cui, dopo l’inoltro, la scuola si dovesse accorgere di qualche errore, può inoltrare tale istanza (solo se strettamente indispensabile) all’Autorità di Gestione. Si dovrà poi attendere l’esame e lo sblocco della candidatura per apportare le dovute correzioni.

Appare evidente che, dopo le correzioni, occorrerà procedere nuovamente con la fase di inoltro in GPU, la stampa definitiva, la firma digitale e l’invio attraverso la Piattaforma SIF2020.


PARTECIPAZIONE SCUOLE IN RETE o insieme ad ALTRI SOGGETTI

Le II.SS. posso partecipare anche attraverso la costituzione di una rete. La fase di presentazione deve essere preceduta dalla stipula di un accordo di rete, con l’individuazione dell’Istituzione Scolastica capofila e responsabile dell’intero progetto.

In tal caso, il numero degli studenti che sarà preso in considerazione, sarà quello della scuola capofila della rete stessa

I criteri di selezione saranno riferiti alla scuola capofila della rete

Le II.SS. capofila sceglieranno la tipologia di candidatura in rete con altre scuole ed avranno la possibilità di candidarsi sia per la sotto-azione 10.1.1B (riduzione dispersione scolastica-in rete) che per la sotto-azione 10.2.2B (Competenze di base – in rete).

La candidatura dovrà essere presentata esclusivamente dalla scuola individuata quale capofila

La piattaforma GPU prevede la compilazione di una sezione aggiuntiva “Rete che presenta il progetto” all’interno della quale occorrerà inserire le caratteristiche e la composizione della rete stessa, i dati relativi al protocollo di intesa, con le informazioni in merito alle attività svolte dalle scuole che la compongono, compresa la scuola capofila che sarà interessata alla gestione dell’intero progetto.

La rete può riguardare entrambe le sotto-azioni o essere diversificata in base alle sotto-azioni alle quali si intende partecipare

 

Qualora l’Istituzione scolastica intenda candidarsi con un progetto che preveda il coinvolgimento “a titolo oneroso” di altri soggetti pubblici o privati, università, centri di ricerca, associazioni, la scelta deve avvenire nel rispetto dei principi sanciti dal Decreto Leg.vo 50/2016 (codice contratti pubblici) ovvero parità di trattamento, non discriminazione, libera concorrenza, trasparenza e proporzionalità

 

Dopo aver analizzato le varie fasi “tecniche” per la presentazione dei progetti, illustrate sia nella Circolare 9707 del 27.04.2021 che nel Manuale Operativo di Avviso e  senza voler assolutamente sminuire le alte possibilità che tale azione può fornire in merito alla ripresa della socializzazione e alla riduzione delle disuguaglianze sociali ed economiche legate al difficile momento storico, non possono però essere trascurate le problematiche che interesseranno la realizzazione dell’Azione stessa, alla stregua di quelle  già evidenziate per il “Piano Scuola Estate 2021”:

La scuola si dovrà impegnare, in tempi brevissimi, a rilevare:

a) l’adesione degli studenti, delle loro famiglie e dei docenti su base volontaria.

b) garantire il necessario supporto da parte del personale ATA, che non sempre è volontario, soprattutto in un periodo in cui gran parte di esso è collocato in ferie, onde garantire il recupero psico-fisico, in vista dell’avvio del nuovo anno scolastico

 

Sicuramente il Personale ATA non vorrà far venir meno il proprio apporto e supporto, ma sarebbe auspicabile, anzi, sarebbe dovuta una maggiore attenzione verso tale personale che ha sempre garantito uno straordinario impegno per assicurare comunque, nelle difficili condizioni date, il percorso scolare curriculare ed ora anche extra-curriculare estivo!!

 

Lì, 03/05/2021

 

D’INTESA CON IL RESPONSABILE UFFICIO PON

Alfonsina Montefusco 

IL PRESIDENTE

Giorgio Germani


╗ Documenti allegati:
   Documento allegato ... QUI il documento ANQUAP


 
Categoria: PON 2014/2020 Data di creazione: 03/05/2021
Sottocategoria: Avvisi ed altro Ultima modifica: 03/05/2021 12:43:46
Permalink: LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE: "PONTI" per andare oltre il COVID - PON e POC "Apprendimento e socialita'" Tag: LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE: "PONTI" per andare oltre il COVID - PON e POC "Apprendimento e socialita'"
Autore: Pagina letta 737 volte

  Feed RSS Stampa la pagina ...  

Fine colonna 2
Torna indietro Torna su - access key T