LA RIFORMA DEGLI ISTITUTI TECNICI SUPERIORI, GIA' PREVISTA DAL PNRR: ISTITUTI TECNOLOGICI SUPERIORI, OVVERO ITS ACADEMY


La Legge 15 luglio 2022, n. 99 (in vigore dal 27/07/2022) istituisce il Sistema terziario di istruzione tecnologica superiore, di cui saranno parte integrante gli Istituti tecnici superiori (ITS), che assumeranno la denominazione di Istituti tecnologici superiori (ITS Academy).

Chi potrà accedere agli ITS?

I giovani e gli adulti in possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado o di un diploma quadriennale di istruzione e formazione professionale di cui all'articolo 15, commi 5 e 6, del decreto legislativo 17 ottobre 2005, n. 226, unitamente a un certificato di specializzazione tecnica superiore conseguito all'esito dei corsi di istruzione e formazione tecnica superiore di cui all'articolo 69 della legge 17 maggio 1999, n. 144, della durata di almeno 800 ore.

Quale il loro compito prioritario?

Potenziare e ampliare la formazione professionalizzante di tecnici superiori con elevate competenze tecnologiche e tecnico-professionali, allo scopo di contribuire in modo sistematico a sostenere le misure per lo sviluppo economico e la competitività del sistema produttivo, colmando progressivamente la mancata corrispondenza tra la domanda e l'offerta di lavoro.

Sostenere la diffusione della cultura scientifica e tecnologica, l'orientamento permanente dei giovani verso le professioni tecniche, l'aggiornamento e la formazione in servizio dei docenti di discipline scientifiche, tecnologiche e tecnico-professionali della scuola e della formazione professionale.

Favorire le politiche attive del lavoro, soprattutto per quanto atterrà alla transizione dei giovani nel mondo del lavoro, la formazione continua dei lavoratori tecnici altamente specializzati, e il trasferimento tecnologico, soprattutto nei riguardi delle piccole e medie imprese.

 

Quale l’identità?

Ciascun ITS Academy si caratterizzerà per il riferimento ad una specifica area tecnologica, tra quelle individuate con specifico decreto del Ministro dell'istruzione (da adottare entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di riforma).

Nell'individuazione delle specifiche aree tecnologiche il decreto terrà conto delle principali sfide attuali e linee di sviluppo economico, con particolare attenzione a quelle riguardanti:

·       la transizione ecologica, compresi i trasporti, la mobilità e la logistica;

·       la transizione digitale;

·       le nuove tecnologie per il made in Italy, compreso l'alto artigianato artistico;

·       le nuove tecnologie della vita;

·       i servizi alle imprese e agli enti senza fine di lucro;

·       le tecnologie per i beni e le attività artistiche e culturali e per il turismo;

·       le tecnologie dell'informazione, della comunicazione e dei dati;

·       l'edilizia.

 

Quale l’organizzazione?

Gli ITS Academy si costituiranno come fondazioni (ai sensi degli articoli 14 e seguenti del codice civile), secondo il modello della fondazione di partecipazione, quale standard organizzativo nazionale della struttura. Ciascuna fondazione ITS Academy acquisterà la personalità giuridica, ai sensi dell'articolo 1 del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 10 febbraio 2000, n. 361, mediante iscrizione nel registro delle persone giuridiche istituito presso la prefettura-ufficio territoriale del Governo della provincia nella quale avrà sede.

 

Chi saranno i soggetti fondatori?

·       almeno un istituto di scuola secondaria di secondo grado, statale o paritaria, ubicato nella provincia ove ha sede la fondazione, la cui offerta formativa sia coerente con l'area tecnologica di riferimento dell'ITS Academy;

·       una struttura formativa accreditata dalla regione, situata anche in una provincia diversa da quella ove ha sede la fondazione;

·       una o più imprese, gruppi, consorzi e reti di imprese del settore produttivo che utilizzano in modo prevalente le tecnologie che caratterizzano l'ITS Academy in relazione alle aree tecnologiche già individuate dal decreto del Ministro dell'istruzione;

·       un'università, o un'istituzione dell'alta formazione artistica, musicale e coreutica, o un dipartimento universitario o un altro organismo appartenente al sistema universitario della ricerca scientifica e tecnologica ovvero un ente di ricerca, pubblico o privato, o un istituto di ricovero e cura a carattere scientifico di cui all'articolo 1 del decreto legislativo 16 ottobre 2003, n. 288, o un ente pubblico di ricerca di cui all'articolo 1 del decreto legislativo 25 novembre 2016, n. 218, operanti nell'area tecnologica di riferimento dell'ITS Academy. 

Potranno divenire fondatori soltanto le persone fisiche e giuridiche, pubbliche o private, gli enti e le agenzie che contribuiscono al fondo di dotazione o al fondo di gestione della fondazione secondo i criteri e nelle forme determinati nello statuto.

Tutti i soggetti fondatori contribuiranno alla costituzione del patrimonio della fondazione ITS Academy, anche attraverso risorse strutturali e strumentali.

 

Quali gli Organi?

·       il presidente, che ne è il legale rappresentante e che è, di norma, espressione delle imprese fondatrici e partecipanti aderenti alla fondazione;

·       il consiglio di amministrazione, costituito da un numero minimo di cinque membri, compreso il presidente;

·       l'assemblea dei partecipanti;

·       il comitato tecnico-scientifico, con compiti di consulenza per la programmazione, la realizzazione, il monitoraggio, la valutazione e il periodico aggiornamento dell'offerta formativa e per le altre attività realizzate dall'ITS Academy;

·       il revisore dei conti.

Il prefetto della provincia in cui avrà sede legale la fondazione ITS Academy eserciterà il controllo sull'amministrazione della fondazione.

Quali i percorsi formativi?

·       percorsi formativi di quinto livello EQF, che avranno la durata di quattro semestri, con almeno 1.800 ore di formazione, corrispondenti al quinto livello del Quadro europeo delle qualifiche per l'apprendimento permanente, di cui alla raccomandazione 2017/C 189/03 del Consiglio, del 22 maggio 2017;

·       percorsi formativi di sesto livello EQF, con durata di sei semestri, con almeno 3.000 ore di formazione, corrispondenti al sesto livello del citato Quadro europeo delle qualifiche per l'apprendimento permanente.

A conclusione dei percorsi formativi si conseguirà, previa verifica e valutazione finali, rispettivamente, il diploma di specializzazione per le tecnologie applicate e il diploma di specializzazione superiore per le tecnologie applicate.

Per garantire una transizione ancor più diretta dalla realtà formativa al mondo del lavoro gli stage, che potranno essere svolti anche all’estero, saranno obbligatori almeno per il 35% del monte orario totale.

L' attività formativa sarà svolta per almeno il 60% del monte orario complessivo dai docenti provenienti dal mondo del lavoro.

Quale il sistema di riconoscimento e accreditamento?

Un decreto del Ministro dell'istruzione, previa intesa in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano (da adottare entro 120 giorni dalla data di entrata in vigore della legge) definirà gli standard minimi per l'accreditamento degli ITS Academy, anche con nuove regole quali condizioni per l’accesso al finanziamento pubblico (compresa la revoca dell’accreditamento su esiti negativi dell’attività di monitoraggio e valutazione).

 

Quali i finanziamenti?

Sarà istituito, nello stato di previsione del Ministero dell'istruzione, il Fondo per l'istruzione tecnologica superiore (con una dotazione pari a 48.355.436 euro a decorrere dall'anno 2022).

I criteri e le modalità per la ripartizione delle risorse del Fondo saranno definiti con decreto del Ministro dell'istruzione, da adottare entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge, previa intesa in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, sulla base del numero degli iscritti ai percorsi formativi e tenendo conto del numero di diplomati nel triennio precedente. Le risorse saranno assegnate alle regioni, che le riversano alle fondazioni che abbiano ottenuto l'accreditamento.

Con l’obiettivo di rafforzare la sinergia con le imprese saranno promosse elargizioni liberali in favore degli ITS Academy mediante l’introduzione di un credito di imposta pari al 30% dell’erogazione in denaro (che diverrà 60% nei territori in cui il tasso di disoccupazione supera la media nazionale).

 

Inoltre evidenziamo l'istituzione di una Anagrafe degli studenti iscritti ai percorsi degli ITS, nonché di un Comitato nazionale ITS Academy per l'istruzione tecnologica superiore, con compiti di consulenza e proposta, consultazione delle associazioni di rappresentanza delle imprese, delle organizzazioni datoriali e sindacali, degli studenti e delle fondazioni ITS Academy al fine di raccogliere elementi sui nuovi fabbisogni di figure professionali di tecnici superiori nel mercato del lavoro.

 

Nella fase transitoria e di attuazione fino al 27/07/2023 si intenderanno temporaneamente accreditate:

a)     le fondazioni ITS Academy già accreditate entro il 31 dicembre 2019;

b)    le fondazioni ITS Academy accreditate in data successiva a quella di cui alla lettera a) ed entro la data di entrata in vigore della nuova legge, che abbiano almeno un percorso attivo con un numero di iscritti non inferiore al 50 per cento della media nazionale degli iscritti ai medesimi percorsi e che dispongano di sedi e laboratori anche in via non esclusiva;

c)     le fondazioni ITS Academy già esistenti alla data di entrata in vigore della legge per le quali sia intervenuta almeno l'iscrizione nel registro delle persone giuridiche.

Rimaniamo in attesa dei Decreti attuativi previsti, già citati relativamente ai punti di interesse, che svilupperanno e completeranno la riforma degli ITS Academy. 

 

Lì, 28.07.2022

IL VICE PRESIDENTE

Alessandra Ferrari


╗ Documenti allegati:
   Documento allegato ... QUI il documento Anquap


 
Categoria: Uffici ANQUAP Data di creazione: 28/07/2022
Sottocategoria: Didattica Ultima modifica: 28/07/2022
Permalink: LA RIFORMA DEGLI ISTITUTI TECNICI SUPERIORI, GIA' PREVISTA DAL PNRR: ISTITUTI TECNOLOGICI SUPERIORI, OVVERO ITS ACADEMY Tag: LA RIFORMA DEGLI ISTITUTI TECNICI SUPERIORI, GIA' PREVISTA DAL PNRR: ISTITUTI TECNOLOGICI SUPERIORI, OVVERO ITS ACADEMY
Autore: Pagina letta 463 volte

  Feed RSS Stampa la pagina ...  

Fine colonna 2
Torna indietro Torna su - access key T