DSGA VERSO LA REGRESSIONE, ALTRO CHE VALORIZZAZIONE. PROSEGUE UNA TRATTATIVA LUNGA E SEMPRE PIU' DELUDENTE


DOCUMENTO (E PROPOSTE)

Ieri in ARAN ennesimo incontro sull’ordinamento professionale del personale ATA dopo i precedenti del 6 luglio, 14 settembre 25 ottobre e 17 novembre.

Finalmente l’ARAN presenta una “bozza” aggiornata rispetto alle precedenti e prova a cogliere gli elementi di novità intervenuti sul piano legislativo e operativo, per una rinnovata e moderna disciplina del rapporto di lavoro dei Direttori SGA e del personale ATA delle scuole. Lo fa cercando di rispettare gli atti di indirizzo ricevuti (aprile 2021 e 10 maggio 2022), anche in coerenza con quanto già definito nei CCNL degli altri Comparti.

Dobbiamo rilevare con rammarico che il tentativo non è riuscito (o mal riuscito) e per i Direttori SGA si prospetta una grave regressione sul piano giuridico ed economico rispetto alle condizioni esistenti.

 

Il sistema di classificazione è profondamente diverso dagli altri Comparti e inventa ben due Aree dei Collaboratori di cui non si avverte esigenza alcuna. Prevede l’area dei funzionari e dell’elevata qualificazione introducendo una disciplina di incarichi di durata triennale che renderà precaria la sede di lavoro dei Direttori SGA. Il conferimento dell’incarico viene assegnato all’USR sulla base di criteri e requisiti indefiniti. Se passa questa norma i Direttori SGA saranno in balia degli Uffici periferici del Ministero, magari sollecitati da eventuali “bizzarrie” dirigenziali.

Vogliamo ricordare che lo strumento giuridico dell’incarico è tipico delle categorie dirigenziali (anche dei DS) ma – e purtroppo – i Direttori SGA non sono dirigenti e – quindi – non debbono soggiacere a queste condizioni. Se poi l’intenzione dell’ARAN fosse quella di equiparare i DSGA ai DS – noi siamo d’accordo – allora l’Agenzia dovrebbe essere conseguente su tutti i restanti istituti regolatori del rapporto di lavoro, a partire dalla retribuzione che dovrebbe essere similare, per struttura e consistenza, a quella dirigenziale.

 

Per il trattamento economico dei DSGA si mantiene l’indennità di direzione, ma non si ipotizza alcun aumento della parte fissa e della parte variabile (che resta ferma agli importi del CCNL 25/7/2008). Si introduce in modo contraddittorio e surrettizio un trattamento economico omnicomprensivo e si pone un divieto assoluto (assurdo e incomprensibile) di compensi a carico di tutto il MOF.

Siamo convinti che con le risorse già disponibili per la revisione dell’ordinamento professionale (circa 37 milioni di euro) e quelle del MOF (oltre 800 milioni di euro) sia possibile determinare un incremento di un certo rilievo per l’indennità di direzione: parte fissa ad almeno 3.000,00 euro annui (250,00 euro al mese) e parte variabile con importi rivalutati di almeno il 50% (dalla media attuali di € 3.750,00 annui si passerebbe ad € 5.625,00. Da € 312,50 mensili a € 486,75 mensili).

 

Si introduce una nuova disciplina della sostituzione del DSGA, con l’ipotesi di un incarico ad interim ad altro DSGA per assenze continuative superiori a tre mesi. L’incarico sarebbe conferito dall’USR con una retribuzione pari all’indennità di direzione solo parte variabile: insomma si pretende molto e si corrisponde l’elemosina, anche eliminando l’attuale indennità mensile di appena € 214,00.

Se proprio si deve ricorrere ad una similitudine di reggenza (come per i DS) allora si dovrebbe corrispondere un’indennità mensile fissa di € 500,00 con l’aggiunta dell’indennità di direzione parte variabile rivalutata (vedi passaggio precedente). In buona sostanza, se pretendi una prestazione maggiorata per impegno, compiti e responsabilità, la devi pagare adeguatamente.

 

Chiediamo:

  • ai Sindacati presenti alla trattativa che si oppongano alle proposte dell’ARAN nei termini indicati e proposti nel presente documento;
  • all’ARAN di rivedere la sua proposta.

Nel frattempo noi continuiamo le nostre azioni di protesta e di proposte e dichiariamo la disponibilità con le parti per ogni possibile confronto e approfondimento.

 

Lì, 02.12.2022

Il PRESIDENTE

Giorgio Germani


╗ Documenti allegati:
   Documento allegato ... QUI il documento Anquap


 
Categoria: News Data di creazione: 02/12/2022
Sottocategoria: Sindacali Ultima modifica: 06/12/2022 15:58:41
Permalink: DSGA VERSO LA REGRESSIONE, ALTRO CHE VALORIZZAZIONE. PROSEGUE UNA TRATTATIVA LUNGA E SEMPRE PIU' DELUDENTE Tag: DSGA VERSO LA REGRESSIONE, ALTRO CHE VALORIZZAZIONE. PROSEGUE UNA TRATTATIVA LUNGA E SEMPRE PIU' DELUDENTE
Autore: Pagina letta 3080 volte
Pagina disponibile anche nella sezione: Uffici ANQUAP -> Personale

  Feed RSS Stampa la pagina ...  

Fine colonna 2
Torna indietro Torna su - access key T