Dimensionamento della rete scolastica in Sicilia. Indicazioni amministrativo-contabili per le II.SS. interessate - Contributo professionale


D.A. N. 1 DEL 04/01/2024 E SS.MM.II. – PIANO DI DIMENSIONAMENTO E RAZIONALIZZAZIONE DELLA RETE SCOLASTICA DELLA SICILIA PER L'ANNO SCOLASTICO 2024/2025 – INDICAZIONI AMMINISTRATIVO-CONTABILI PER LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE STATALI OGGETTO DI DIMENSIONAMENTO O RAZIONALIZZAZIONE DAL 01/09/2024.

CONTRIBUTO PROFESSIONALE

 

L’Anquap esprime grande apprezzamento per la tempestività con cui  l’Assessorato dell'istruzione e della formazione professionale Dipartimento Regionale dell'istruzione, dell'Università e del diritto allo studio della Regione Sicilia, con la circolare n. 8 del 13/03/2024, ha reso note le indicazioni amministrativo-contabili per le Istituzioni scolastiche statali oggetto di dimensionamento o razionalizzazione dal 01/09/2024 a seguito del Piano di dimensionamento, approvato con D.A. n. 1 del 04/01/2024 e ss.mm.ii. .

Il Piano di dimensionamento di cui sopra ha determinato le seguenti fattispecie:

a)     nuovo Istituto scolastico a seguito di unificazione di Istituti scolastici preesistenti dotati di autonomia e personalità giuridica; in questo caso gli Istituti preesistenti verranno sciolti e cesseranno la loro esistenza;

b)    nuovo Istituto comprensivo a seguito di unificazione di Direzione Didattica e Scuola Secondaria di primo grado già preesistenti dotate di autonomia e personalità giuridica; in questo caso le Istituzioni scolastiche preesistenti verranno sciolte e cesseranno la loro esistenza in quanto le stesse muteranno la propria configurazione giuridica;

c)     nuovo Istituto comprensivo a seguito di trasformazione di Scuola secondaria di I grado per l'aggregazione di plessi o sezioni di Scuole dell'infanzia e di Scuole primarie di Istituzioni scolastiche cessate o provenienti da altre Istituzioni scolastiche che, pur cedendo plessi o sezioni, manterranno la propria configurazione giuridica; in questo caso la Scuola secondaria di I grado viene sciolta e cessa la propria esistenza in quanto muterà la propria configurazione giuridica;

d)    nuovo Istituto comprensivo a seguito di trasformazione di Direzione Didattica per l'aggregazione di sezioni di Scuola secondaria di I grado di Istituzioni scolastiche cessate o provenienti da altre Istituzioni scolastiche che, pur cedendo plessi o sezioni, manterranno la propria configurazione giuridica; in questo caso la Direzione Didattica verrà sciolta e cesserà la propria esistenza in quanto muterà la propria configurazione giuridica;

e)    aggregazione di plessi e sezioni staccate di Istituzioni scolastiche cessate ad una Istituzione scolastica che pur acquisendo i plessi o le sezioni manterrà la propria configurazione giuridica;

f)      cambi di aggregazione tra istituzioni scolastiche; in questo caso le Istituzioni scolastiche interessate si limiteranno ad annotare, nelle proprie scritture contabili, le variazioni economiche derivanti dalla cessione o dall’acquisizione di beni patrimoniali e finanziari rapportati al numero degli alunni trasferiti.

La circolare de quo detta in premessa una prima distinzione:

  1. l'Istituzione Scolastica oggetto di dimensionamento, che aggrega Istituzioni Scolastiche cessate o acquisisce/cede plessi o sezioni, ma non cambia la propria configurazione giuridica mantenendo lo stesso codice meccanografico, non dovrà procedere alla chiusura delle scritture contabili;
  2. l'Istituzione Scolastica, oggetto di dimensionamento, che cambia il codice meccanografico, si configura come Nuova Istituzione e, pertanto, dovrà provvedere a specifici adempimenti amministrativo-contabili.

A seguire la circolare fornisce alle II.SS. oggetto di dimensionamento le indicazioni degli adempimenti da adottare in relazione alla tipologia di dimensionamento.

 

ADEMPIMENTI A CARICO DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE CESSATE AL 31/08/2024 PER LA CHIUSURA DELLA GESTIONE CONTABILE AL 31/08/2024:

Le Istituzioni Scolastiche cessate sono quelle che perdono la loro autonomia e la personalità giuridica.

Le stesse possono essere:

  1. aggregate ad altre Istituzioni Scolastiche autonome e dotate di personalità giuridica, da cui vengono inglobate;
  2. unificate con altre Istituzioni Scolastiche cessate, insieme alle quali costituiscono una nuova Istituzione Scolastica autonoma dotata di personalità giuridica.

In questa ipotesi le scuole devono provvedere a:

  • regolamentazione delle scritture relative al fondo economale per le minute spese del Direttore dei servizi generali ed amministrativi (D.S.G.A.), con la conseguente emissione della reversale di reintegro volta a coprire l’intero ammontare dell’anticipazione prelevata per la stessa finalità all’inizio dell’esercizio finanziario
  • 2024 e chiusura del registro delle minute spese;
  • chiusura del conto corrente postale e versamento delle disponibilità sul conto corrente bancario;
  • richiamo, dall'Istituto Cassiere, delle reversali e dei mandati non estinti al 31/08/2024 per la successiva emissione da parte dell'Istituzione Scolastica che aggrega o della nuova Istituzione Scolastica. Le Istituzioni Scolastiche cessate provvederanno a darne informazione ai rispettivi creditori e debitori;
  • quantificazione dei fondi da trasferire alla nuova Istituzione Scolastica o alle Istituzioni Scolastiche che aggregano le classi, le sezioni e i plessi delle Istituzioni Scolastiche cessate, avendo cura di darne comunicazione all'Istituto Cassiere;
  • chiusura del conto corrente bancario e trasferimento del saldo di cassa sul conto corrente bancario dell'Istituzione Scolastica subentrante o di nuova creazione;
  • individuazione dei residui attivi e passivi al 31/08/2024 e adozione della delibera di radiazione dei crediti e dei debiti riconosciuti, rispettivamente, assolutamente inesigibili o da non dovere pagare;
  • chiusura di tutte le scritture contabili;
  • chiusura del registro inventario, previa ricognizione, rivalutazione o dismissione dei beni del patrimonio. La ricognizione deve avvenire in presenza del consegnatario subentrante, del Dirigente Scolastico e del Presidente del Consiglio di Istituto entro il 31/08/2024 e deve essere redatto apposito Verbale sottoscritto da tutti i soggetti coinvolti;
  • definizione e chiusura delle posizioni fiscali, previdenziali e tributarie;
  • predisposizione del Conto consuntivo relativo al periodo 1 gennaio - 31agosto 2024 per l'approvazione da parte del Consiglio d'Istituto, previa acquisizione del prescritto parere del Collegio dei Revisori dei Conti in essere al 31 agosto. Dal momento che il Consiglio di Istituto decade al 31 agosto, tale adempimento è successivamente assicurato dal Commissario Straordinario;
  • passaggio di consegne dei beni patrimoniali tra i Direttori dei Servizi Generali ed Amministrativi delle Istituzioni Scolastiche coinvolte;
  • invio di tutti i registri amministrativi e contabili alla nuova Istituzione Scolastica o, nel caso di aggregazione di classi e sezioni ad altre Istituzioni Scolastiche, all'Istituzione che aggrega le classi della sede. Ai predetti stessi documenti seguiranno archivio e backup completo;
  • in caso di cessione di classi, sezioni e plessi, i fondi relativi al funzionamento amministrativo e didattico dovranno essere ripartiti in base alla consistenza del numero degli alunni dei plessi ceduti, mentre i beni patrimoniali saranno ripartiti in base alla dislocazione fisica degli stessi, salvaguardando la specificità degli indirizzi di studio di ciascuna Istituzione Scolastica. I Consigli di Istituto in carica nelle Istituzioni Scolastiche cessate decadono a decorrere dal 31/08/2024. L'Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia – Ambito Territoriale della Provincia competente – provvederà a nominare un Commissario Straordinario con i poteri in materia amministrativo-finanziaria spettanti all'Organo decaduto, escludendo però qualsiasi attribuzione didattico- organizzativa.

 

ADEMPIMENTI DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE DI NUOVA ISTITUZIONE

La nuova Istituzione Scolastica autonoma e dotata di personalità giuridica, a far data dal 1° settembre 2024, subentrerà nella gestione delle somme residue non ancora riscosse dalle Istituzioni Scolastiche cessate, nonché nella firma di tutti gli atti contabili necessari alla definizione di residui rapporti relativi alla gestione delle predette Istituzioni Scolastiche cessate, provvedendo, altresì, ad istituire/aprire i registri contabili previsti dal D.A. n. 7753 del 28/12/2018.

Al fine di evitare l’interruzione del servizio di cassa, nelle more della stipula della convenzione di cassa, il Dirigente Scolastico della nuova Istituzione scolastica provvederà ad aprire un nuovo conto corrente bancario dove confluiranno le disponibilità finanziarie residue della Istituzione Scolastica cessata, nonché le nuove somme ad essa accreditate a far data dal 01/09/2024.

Il Dirigente Scolastico della nuova Istituzione provvederà a comunicare, al Servizio 1- Funzionamento Scuole Statali di questo Dipartimento, i dati del nuovo conto corrente bancario e del nuovo Conto di Tesoreria Unica, nonché le denominazioni delle Istituzioni Scolastiche cessate, da cui si è originata la nuova Istituzione Scolastica.

La nuova Istituzione scolastica predisporrà il Programma annuale dell'anno finanziario in corso per il periodo 1° settembre 2024 – 31 dicembre 2024, tenendo presente che i versamenti delle Istituzioni Scolastiche cessate costituiranno entrate in conto competenza nei pertinenti Aggregati secondo la provenienza.

Nelle more dell’elezione dei nuovi Organi collegiali, negli Istituti Scolastici di nuova istituzione, l'Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia – Ambito Territoriale della Provincia competente – provvederà a nominare un Commissario Straordinario.

 

ISTITUZIONE SCOLASTICA ESISTENTE CHE ACQUISISCE PLESSI DI ISTITUZIONI SCOLASTICHE CHE MANTENGONO LA LORO CONFIGURAZIONE GIURIDICA.

L’Istituzione Scolastica che acquisisce i plessi di Istituzioni Scolastiche che mantengono la propria configurazione giuridica si limiterà ad annotare, nelle proprie scritture contabili, le variazioni economiche derivanti dall’acquisizione di beni patrimoniali e finanziari rapportati al numero degli alunni trasferiti.

L’Istituzione Scolastica che cede i plessi si limiterà, per converso, ad annotare, nelle proprie scritture contabili, le variazioni economiche derivanti dalla cessione dei beni patrimoniali e finanziari rapportati al numero degli alunni trasferiti.

 

Lì, 25.03.2024

I DIRIGENTI NAZIONALI E TERRITORIALI

Agostina Patti e Rosa Di Mauro

 


╗ Documenti allegati:
   Documento allegato ... QUI la nota regione Sicilia
   Documento allegato ... Qui il contributo Anquap


 
Categoria: Uffici ANQUAP regionali Data di creazione: 25/03/2024
Sottocategoria: Sicilia Ultima modifica: 25/03/2024 10:12:25
Permalink: Dimensionamento della rete scolastica in Sicilia. Indicazioni amministrativo-contabili per le II.SS. interessate - Contributo professionale Tag: Dimensionamento della rete scolastica in Sicilia. Indicazioni amministrativo-contabili per le II.SS. interessate - Contributo professionale
Autore: Pagina letta 741 volte

  Feed RSS Stampa la pagina ...  

Fine colonna 2
Torna indietro Torna su - access key T